“Nuove generazioni pronte al confronto con la contemporaneità“

La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca sostiene il Campionato di Giornalismo de La Nazione, promuovendo la consapevolezza e la partecipazione dei giovani. Inoltre, apre una call per la creazione della prima Commissione giovani dell'Ente.

Anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca è tra i partner del Campionato di Giornalismo de La Nazione anche per l’edizione 2024 che vede coinvolte complessivamente 12 scuole del comprensorio lucchese, tra il capoluogo, la Piana e la Garfagnana. Una bella sfida a colpi di “penna“ che si aprirà con l’8 febbraio.

“Il confronto delle nuove generazioni con la contemporaneità è un tema di centrale importanza per la nostra società civile – dichiara significativamente Marcello Bertocchini, presidente della Fondazione Crl – . Il contesto internazionale – con le relative conseguenze sulla quotidianità di ognuno di noi – impone un’attenzione ancor maggiore, per non parlare dei numerosi fatti di cronaca nei quali si leggono tra le righe epocali mutazioni ed evoluzioni in atto all’interno del nostro tessuto sociale. E poi c’è la politica, locale e nazionale, con i suoi linguaggi e la sua complessità, che agli occhi di molti giovani risulta oggi indecifrabile e quindi priva di interesse. Uno spettro veramente ampio di tematiche in cui la parola chiave è certamente “consapevolezza”, intesa come l’opportunità di essere cittadini del mondo, della propria città, delle comunità cui si appartiene, detenendo una qualche forma di conoscenza e le chiavi giuste per

interpretare il presente, unico viatico per nutrire speranza nel futuro“.

“Una prospettiva che diventa sempre più prioritaria anche nelle programmazioni della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca – così il presidente Bertocchini – e nella cui ottica proprio in questi giorni è stata aperta una call per dar vita alla prima Commissione giovani dell’Ente. Un organo i cui ragazze e ragazzi tra i 18 e i 30 anni potranno portare idee, competenze e aria nuova in Fondazione, cogliendo al contempo l’occasione di vivere un percorso formativo assolutamente inedito e tutto da scoprire. Le candidature sono aperte fino al 29 febbraio, ci aspettiamo una larga adesione, sarebbe già un segnale confortante. Proprio con questo spirito, anche nel 2024, abbiamo deciso di sostenere l’iniziativa “Cronisti in classe”, riconoscendovi quelle caratteristiche di ‘alfabetizzazione civica’ che risultano decisive nell’accrescere consapevolezza dei contesti, confidenza con i meccanismi dell’informazione e, soprattutto, stimolare i più giovani ad essere protagonisti del loro tempo attraverso la ‘partecipazione’, quello strumento civile che anni fa il grande Giorgio Gaber identificava con l’idea stessa di ‘libertà’.