Strada per S. Romano e Motrone chiusa, tutti isolati (foto Borghesi)
Strada per S. Romano e Motrone chiusa, tutti isolati (foto Borghesi)

Lucca, 6 gennaio 2021 - Completamente imbiancata la Valle del Serchio da questa mattina, come da previsione, con la bellezza strepitosa del paesaggio a fare da contraltare alle criticità in continua emersione. Lo spostamento a quote molto basse delle precipitazioni non ha, infatti, sollevato i territori della Garfagnana, dai tanti problemi correlati alle intense nevicate in atto dal primo giorno dell’anno, ma ha raddoppiato il fronte, coinvolgendo anche la Media Valle nella lunga serie di emergenze.

Strade chiuse per la caduta di alberi e intere frazioni senza energia elettrica anche nei comuni di Borgo a Mozzano e Pescaglia, mentre si è allargata l’area di intervento dei mezzi spalaneve, in funzione a Barga, Coreglia Antelminelli e Bagni di Lucca. Ancora complicata la situazione in molti comuni garfagnini, dove continua a nevicare e si sono ripresentati alcuni dei problemi di alimentazione elettrica.

In azione continua anche le squadre dei vigili del fuoco, con turno rafforzato, per le verifiche sui tetti dell’edifici resi pericolosi dal peso della tanta neve caduta. L’appello rivolto ai cittadini, condiviso a tutti i livelli istituzionali, continua a essere quello di non uscire di casa per evitare rischi inutili, transitando su strade dove non sempre è possibile garantire la sicurezza. Alla luce di queste difficoltà, che potrebbero peggiorare con l’abbassamento delle temperature e la formazione di ghiaccio, tutti i comuni della Garfagnana e della Media Valle hanno deciso di rinviare l’apertura delle scuole al prossimo lunedì, con l’eccezione di Pescaglia, che chiuderà le sue scuole di ogni ordine e grado solo domani. Un quadro drammatico generale in continuo divenire, che questa mattina i sindaci della Valle, nell’incontro organizzzato all’interno del Centro Intercomunale Operativo di Protezione Civile a Orto Murato. hanno potuto esporre direttamente al presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, arrivato in zona di prima mattina per una ricognizione complessiva.