Musei Nazionali Da oggi si riapre Ma è solo feriale

La curatrice Giulia Coco: "Una felice ripartenza". In embrione iniziative che dipenderanno dai ’colori’

Pubblicato il 21 gennaio 2021
Un segnale importante che ci restituisce un primo, importante scampolo di normalità. Oggi tornano visibili al pubblico i Musei nazionali di Lucca, seguendo il piano di riaperture degli istituti della Direzione regionale musei della Toscana, che procede nel rispetto di tutte le norme di sicurezza previste per i visitatori, il personale, gli ambienti e le opere. “Con cauto ottimismo, proviamo a ripartire con orario limitato ai giorni feriali, come da indicazioni ministeriali che...

Un segnale importante che ci restituisce un primo, importante scampolo di normalità. Oggi tornano visibili al pubblico i Musei nazionali di Lucca, seguendo il piano di riaperture degli istituti della Direzione regionale musei della Toscana, che procede nel rispetto di tutte le norme di sicurezza previste per i visitatori, il personale, gli ambienti e le opere.

“Con cauto ottimismo, proviamo a ripartire con orario limitato ai giorni feriali, come da indicazioni ministeriali che seguono il Dpcm – dichiara la dottoressa Giulia Coco, curatrice delle nostre pinacoteche per conto del Polo Museale della Toscana– . È una ripartenza che spero permetterà ai lucchesi e più in generale ai toscani di visitare i musei, di scoprirli e riscoprirli. Abbiamo in programma alcune iniziative che speriamo di poter portare avanti ma tutto dipende naturalmente dalla situazione generale e dai “colori““. Il Museo nazionale di Villa Guinigi, museo della città e del suo territorio, fu la dimora di Paolo Guinigi, signore di Lucca dal 1400 al 1430. Tra le sue sale si ripercorre la storia della città attraverso la collezione archeologica, a partire dall’VIII secolo a.C., per arrivare al Settecento, con opere d’arte in prevalenza di soggetto sacro.

Il Museo nazionale di Palazzo Mansi costituisce, invece, un documento esemplare che testimonia l’aspetto di una dimora di ricchi mercanti lucchesi. Trasformato alla fine del Seicento dalla famiglia Mansi, che ne era proprietaria, in “palazzo di rappresentanza”, il Museo custodisce oggi un’importante Pinacoteca con dipinti dal XVI al XVIII secolo, una ricca sezione tessile e preziose testimonianze dell’arte dell’Ottocento e del Novecento a Lucca. A Villa Guinigi in via della Quarquonia potranno accedere al museo al massimo 12 persone contemporaneamente prenotando al numero 0583.496033, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.30. Gli orari: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 12 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 19), martedì e giovedì dalle 8 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 19). Per Palazzo Mansi in via Galli Tassi anche in questo caso il numero massimo di accessi è di 12 persone per volta. Gli orari: lunedì, mercoledì e venerdì apertura dalle 12 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18), con visite alle 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18. Martedì e giovedì apertura dalle 8 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18), con visite alle ore 8.30, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18. Non è necessaria la prenotazione.

Il tuo indirizzo email non è stato ancora confermato. Controlla la tua email e segui le istruzioni.

Se non hai ricevuto email, controlla nello spam.

Una volta confermata la tua email, clicca qui per continuare a leggere: