La sala operativa della questura di Lucca
La sala operativa della questura di Lucca

Lucca, 14 ottobre 2020 - Affidato a una comunità per l'affidamento in prova al servizio sociale, A.O., marocchino di 35 anni, venne nuovamente arrestato a Viareggio perché aveva aggredito, in stato di ubriachezza, due poliziotti della “volante” che gli chiedevano documenti e generalità. Da quell'episodio il magistrato di sorveglianza fu indotto a revocargli l’affidamento in prova e ad inviarlo in carcere. Ieri alla scadenza del periodo di reclusione, A.O. è stato accompagnato .  al centro permanenza per il rimpatrio di Torino dal personale dell'ufficio immigrazione della questura di Lucca. Il Cpr torinese ha avviato le pratiche per l’espulsione coattiva e l’accompagnamento in Marocco con volo aereo.