La giornata
La giornata

Lucca, 11 febbraio 2019 - Lucca tornerà ad essere la capitale italiana degli ordini professionali per un giorno. Torna anche quest’anno, infatti, l’appuntamento con la Giornata delle professioni, in programma per venerdì 15 febbraio dalle 14.30 alle 18.30 nel complesso conventuale di San Francesco. Giunta alla sua quarta edizione, l'iniziativa rappresenta un’importante occasione di confronto tra i rappresentanti degli ordini professionali, le istituzioni e le categorie economiche, sul ruolo che gli ordini svolgono nell’ordinamento italiano e, soprattutto, nella società, al servizio del cittadino e della collettività. Il tema dell'edizione 2019, infatti, sarà proprio questo ed è stato sintetizzato nel titolo: “Gli ordini professionali: insieme a tutela del cittadino”.

Ad organizzare la Giornata, il Comitato per le professioni ordinistiche, la realtà che unisce numerosi ordini professionali e che porta con sé il merito di aver anticipato ciò che, a livello nazionale, sta accadendo anche altrove: la necessità, per i professionisti, di unirsi e di sviluppare politiche e strategie comuni su temi che interessano in modo trasversale il mondo degli ordini professionali. “Nel momento in cui da parte della politica pare venga messo in discussione l’assetto degli ordini professionali, è particolarmente importante richiamare l’attenzione del cittadino sulla sua utilità - spiega Carla Guidi, presidente del Comitato delle professioni - Ci vogliono regole e controlli, soprattutto per quanto riguarda la preparazione, la deontologia e le tariffe applicate dai professionisti. Senza gli ordini, tutte queste tutele a garanzia del cittadino non ci sarebbero. Per questo la Giornata delle professioni diventa un momento di confronto di grande rilevanza. Inoltre, quella della collaborazione verso un fine comune è l'intuizione dimostrata dagli ordini professionali lucchesi, che prima di altri hanno dato vita a un Comitato che oggi promuove incontri e riflessioni su argomenti irrimandabili per la categoria, con l'obiettivo, nel futuro, di mettere a frutto il bagaglio costruito e di far diventare il Comitato stesso un centro di riferimento per gli ordini professionali: un organismo unico, che sappia superare l'agire tradizionale e individuale e che sia capace di porsi come elemento di valutazione e coesione delle risorse umane e intellettuali che agiscono sul territorio”.

Il tema centrale e ricorrente nell'attività del Comitato per le professioni è proprio questo: sollevare un dibattito pubblico, che veda impegnati gli ordini professionali e il mondo della politica e delle istituzioni, affinché sempre più venga riconosciuto il ruolo dei professionisti di sostegno e aiuto alla costruzione del welfare collettivo, prevedendo il loro inserimento ad ogni livello negli organismi di programmazione e concertazione economica e sociale. Il programma. La giornata si aprirà alle 14 con la registrazione dei partecipanti. Alle 14.30 poi, dopo i saluti istituzionali dalla presidente del Comitato per le professioni ordinistiche, avvocato Carla Guidi, ci sarà la relazione introduttiva a cura dell’avvocato Guido Alpa, ordinario di Diritto civile all’università La Sapienza di Roma, già presidente del Consiglio nazionale forense. A seguire, si terrà una tavola rotonda dal titolo “Nell’evolversi di nuovi scenari e delle enunciazioni del nuovo governo gli ordini professionali si confrontano con la politica e la società civile” che sarà coordinata e moderata da Maurizio Centra, dottore commercialista di Roma. Al dibattito prenderanno parte, oltre ai rappresentanti degli ordini professionali, Massimo Mallegni membro della Commissione lavori pubblici e comunicazioni del Senato; il senatore Manuel Vescovi, segretario della Terza Commissione Affari esteri e migrazione; Eugenio Giani presidente del consiglio regionale della Toscana; Gianfranco Simoncini, consigliere regionale con delega alle attività produttive, credito e lavoro; Annamaria Venezia, direttore dell’Ispettorato territoriale del lavoro di Lucca e Massa Carrara; Roberto Capobianco, presidente nazionale di Conflavoro Pmi; Michele Mariottini, coordinatore della Rete toscana professioni tecniche; e Gloria Cappagli, presidente della Consulta dei consigli provinciali dei consulenti del lavoro della regione Toscana. Polo Tecnologico Lucchese 0583.1553512 clip@clipcomunicare.it www.clipcomunicare.it Lo spettacolo.

Alle 21, sempre nell’auditorium di San Francesco andrà poi in scena lo spettacolo dal titolo "Unarararananera" della compagnia teatrale Teatro Giovani di Lucca. L’evento è offerto dal Comitato per le professioni ordinistiche a tutta la cittadinanza, professionisti e non. L’ingresso allo spettacolo è gratuito fino a esaurimento posti. Sarà comunque necessario ritirare il biglietto alla biglietteria del Teatro del Giglio di Lucca mercoledì 13, giovedì 14 e venerdì 15 febbraio dalle 10,30 alle 13 e dalle 15 alle 18. La partecipazione alla giornata consentirà il riconoscimento di crediti formativi validi per gli ordini professionali aderenti. La partecipazione è libera e gratuita fino a esaurimento posti ma sarà comunque necessaria la pre-iscrizione all’ordine di riferimento. L’evento è patrocinato da Comune, Prefettura e Provincia di Lucca, Camera di Commercio di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Conflavoro Pmi, Fondazione Giuseppe Pera, Confindustria Toscana nord e Regione Toscana, con la partecipazione di Banco Bpm, Banca del Monte di Lucca, Generali assicurazioni, Elea, Huevoprint e Luca Piattelli. Per maggiori informazioni è possibile inviare una mail a comitatoprofessioni@gmail.com