Lucca, 9 giugno 2018 - Gli esami di maturità degli studenti del Paladini-Civitali di via S. Nicolao a Lucca si terranno nelle aule del Liceo Classico Machiavelli. E' questa la prima conseguenza della chiusura della scuola del centro storico (oggi è terminata l'attività didattica) decisa dalla Provincia di Lucca a seguito di alcune verifiche tecniche effettuate sull'immobile settecentesco, ex convento di S. Nicolao, che era comunque già stato, negli anni scorsi, oggetto di vari adeguamenti ed interventi di sistemazione strutturale.

Le recenti indagine diagnostiche effettuate con l'obiettivo di riqualificare e adeguare la scuola sono state condotte dalla Provincia nell'ambito dell'elaborazione di vari progetti di ristrutturazione scolastica per la partecipazione al prossimo bando dei mutui Bei. Tali indagini hanno evidenziato la necessità di intervenire ulteriormente con lavori strutturali e opere di rinforzo sia a livello di murature che dei solai che mettano in completa sicurezza il vecchio immobile per renderlo funzionalmente idoneo alle esigenze dei corsi didattici. Il complesso intervento di recupero, quindi, impone di liberare l'intera scuola da studenti e docenti. All'istituto Paladini-Civitali sono iscritti circa 900 studenti distribuiti su 46 classi. Gli studenti del complesso scolastico non potranno quindi cominciare il prossimo anno scolastico 2018-2019 nella struttura di via S. Nicolao.

La Provincia, pertanto, è in contatto sia con la Regione Toscana sia con l'Azienda Usl Toscana Nord per una soluzione temporanea nell'area del Campo di Marte dove dovrebbero essere collocati dei moderni prefabbricati utilizzati sia per le aule che per gli uffici amministrativi della scuola. Anche la parte attualmente data in affitto dal Comune alla scuola per l'infanzia e al nido privato Leone XII dovrà essere liberata: per consentire il proseguimento dell'attività il Comune prevede di trasferire fino al termine dell'anno educativo il servizio della scuola per l'infanzia presso la scuola primaria "Lombardo-Radice" e il servizio dell'asilo nido presso l'asilo "Il Seme" di Sant'Anna. Inoltre gli inquilini dei tre appartamenti di edilizia residenziale pubblica saranno trasferiti in altri alloggi.