Giampaolo Dal Cerro, 78 anni, nel suo negozio di alimentari (foto Alcide)
Giampaolo Dal Cerro, 78 anni, nel suo negozio di alimentari (foto Alcide)

Lucca, 29 luglio 2020 - Ha maturato la bellezza di 61 anni di contributi, lavora da quando ne aveva 12 e oggi ne ha 78. Eppure Giampaolo Dal Cerro, dell’omonimo negozio di alimentari, da 36 anni aperto in via Nottolini a San Concordio, non avrebbe smesso mai. O almeno avrebbe voluto passar di mano, l’attività senza mai dover tirar giù quella saracinesca. Ma quelle nuove piste ciclabili al posto dei parcheggi hanno assestato il colpo fatale.
 

«Mi piange il cuore – dice – ma io credo di aver fatto tutto quello che dovevo, portando anche a casa la spesa senza prendermi neanche un centesimo in più. Una bella mattina mi trovo tolto tutto, via i parcheggi, spuntano le piste ciclabili che poi, spiace a dirsi, servono comunque più che altro come parcheggi". "Il giro di clientela cala – spiega il signor Giampaolo – , e francamente quando ho letto del Comune di Capannori che ringraziava le attività che stanno tentando di reagire mi sono detto: ’Ecco invece che bel ringraziamento ci fa il Comune di Lucca, ci toglie i parcheggi’. A questo punto il dado è tratto: entro fine anno chiuderò". Non solo per la piccola grande rivoluzione in atto nel quartiere, specifica lo storico commerciante: "Però è stata una spinta che mi ha fatto decidere. Siamo stanchi, anche se mi piange il cuore chiudere. Le mie figlie fanno altro. Darei via a qualcuno che ha in animo di rimboccarsi le maniche anche solo al prezzo della roba che ho dentro, speriamo che si faccia vivo". I clienti manifestano solidarietà e dispiacere: "Tutti utili, nessuno indispensabile", risponde sorridendo, Giampaolo Dal Cerro. Un commerciante con il garbo, uno degli ultimi.
L.S.
© RIPRODUZIONE RISERVATA