Carabinieri
Carabinieri

Capannori (Lucca), 2 dicembre 2018 - Novanta minuti per compiere l’effrazione ed aprire la cassaforte da dove hanno asportato gioielli, orologi, armi e munizioni. Clamoroso furto quello perpetrato a San Pietro a Marcigliano, in una villa isolata sulle colline capannoresi. E’ accaduto mercoledì scorso, ma la notizia si è diffusa soltanto ieri. La famiglia proprietaria si trovava fuori nel pomeriggio, partita verso le 17, i primi componenti del nucleo familiare sono rientrati non prima delle 18,30, trovando purtroppo la brutta sorpresa. I malviventi potrebbero aver monitorato le mosse dei residenti, considerando che l’abitazione è inserita nel magnifico contesto paesaggistico collinare del paesino ubicato nel Comune di Capannori, ma distante da altre case. Forzata una porta, sono riusciti e penetrare nella dimora. E’ possibile che cercassero l’oro, quindi oggetti del metallo più prezioso. Per questo hanno rovistato in varie stanze per il loro obiettivo. 

Saranno le indagini a stabilire se sapessero già in partenza dell’esistenza del forziere o se, invece, lo hanno trovato ispezionando i locali. In ogni caso sono riusciti ad aprirlo: all’interno erano custodite alcune pistole con relativi caricatori e munizioni. I ladri se ne sono impadroniti insieme a monili e ad alcuni cronometri di marca, di notevole pregio e valore, anche d’oro. Il bottino ammonta all’incirca a diverse migliaia di euro. E’ pensabile che vi sia stato un complice all’esterno a fare da palo per avvertire la gang dell’arrivo dei legittimi titolari. Così come appare logico che in zona vi fosse un veicolo pronto ad accogliere i soliti ignoti per la fuga, comunque possibile anche a piedi, nei campi. Nei dintorni dell’abitazione non ci sono telecamere della videosorveglianza. Un problema in più per gli inquirenti: le immagini avrebbero sicuramente fatto molto comodo per cercare di risalire ai responsabili del raid.

Un colpo mirato o casuale? All’interrogativo risponderà l’attività investigativa. Sul posto, per eseguire un primo sopralluogo e per ascoltare le vittime del raid, sono intervenuti subito i carabinieri. Nella stessa sera altri furti consumati in Lucchesia, sia in città sia nella Piana. Tre individui, vistisi scoperti fuggivano con una refurtiva costituita da un anello e 50 euro in contanti.