Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

«Fuori i dati sulle camere ‘miste’». Le civiche interrogano Tambellini

SìAmo Lucca e Lucca in Movimento: «Chiarezza sui posti letto»

Ultimo aggiornamento il 8 settembre 2018 alle 20:09
Medici

Lucca, 8 settembre 2018 - Continua  a tenere banco la questione delle camere miste al San Luca. Le liste civiche SìAmoLucca e Lucca in Movimento hanno presentato un’interrogazione al sindaco Tambellini «sulla vicenda delle camere miste uomo e donna all’ospedale San Luca, situazione sollevata dai Comitati sanità, e in generale sulla quantità di posti letto attualmente disponibili». L’obiettivo: capire come Palazzo Santini possa concorrere a garantire il diritto dei cittadini alla salute. Ma soprattutto a quanti lucchesi e pazienti, finora, sia toccata una camera mista. 

«Il Comune (articolo 3 dello Statuto Comunale) – spiegano i cinque consiglieri comunali delle liste civiche Remo Santini, Serena Borselli, Cristina Consani, Alessandro Di Vito, Enrico Torrini – nell’ambito delle leggi regionali e nazionali, tutela per quanto di sua competenza il diritto alla salute. Considerato che il San Luca, voluto dalle amministrazioni locali, era stato concepito come struttura dinamica in grado di adattarsi a un’evoluzione permanente chiediamo – scrivono – che siano resi disponibili i dati giornalieri di quanti pazienti siano stati collocati in camere miste negli ultimi 4 anni».

Tra le richieste: «quanti posti letto sono stati resi non disponibili nel periodo estivo e quanti posti ha attualmente il San Luca dopo il periodo estivo, se esistono procedure aziendali che regolamentano la sistemazione dei pazienti in camere miste e se gli stessi pazienti vengano informati, se i pazienti vengono ricollocati in una camera omogenea appena la stessa si renda disponibile - le motivazioni che spingono a tale modalità di ricovero soprattutto nella Degenza Ordinaria».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.