Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
13 mag 2022

Frontale con un cinghiale Sbalzata dall’auto, è grave

È successo ieri mattina intorno alle 6, sulla strada provinciale dei Biagioni. Coldiretti: "In media un incidente ogni 48 ore per colpa degli ungulati"

13 mag 2022
L’immagine subito dopo l’incidente sulla strada provinciale dei Biagioni
L’immagine subito dopo l’incidente sulla strada provinciale dei Biagioni
L’immagine subito dopo l’incidente sulla strada provinciale dei Biagioni
L’immagine subito dopo l’incidente sulla strada provinciale dei Biagioni
L’immagine subito dopo l’incidente sulla strada provinciale dei Biagioni
L’immagine subito dopo l’incidente sulla strada provinciale dei Biagioni

L’impatto con il cinghiale è stato terrificante. L’auto si è disintegrata e la donna che si trovava al volante è stata sbalzata all’esterno dell’abitacolo. Le sue condizioni sono gravi.

Terribile incidente ieri mattina verso le 6 sulla strada provinciale dei Biagioni, nel territorio di Altopascio, tra il capoluogo e la frazione di Spianate. Il riferimento al punto essatto dove si è verificato il sinistro è fondamentale: in quell’area sembra che gli ungulati proliferino in maniera particolare e spesso sono state vibrate le proteste di imprenditori agricoli e semplici cittadini. La quarantenne si stava recando al lavoro, in un panificio poco distante, quanto all’improvviso si è trovata di fronte l’animale, rimasto ucciso nella collisione e non ha potuto fare nulla per evitarlo. L’urto, però, è stato così forte che l’auto si è ribaltata e la signora sbalzata sull’asfalto.

Lanciato l’allarme, la centrale operativa del 118 ha inviato sul posto l’ambulanza con i sanitari, allertando anche Pegaso. Il velivolo è arrivato ma non è potuto atterrare nei campi circostanti a causa della foschia presente in quel momento. La donna, comunque, assistita sul posto, è stata poi trasferita in codice rosso (soprattutto per la dinamica) all’ospedale San Luca di Lucca. Non dovrebbe essere in pericolo di vita. Rilievi di legge a cura dei carabinieri.

Quanto accaduto ripropone il tema della presenza dei cinghiali in queste zone e di tutto ciò che questo significa: ovvero danni ai raccolti delle aziende agricole, con perdite economiche, e rischi per la circolazione stradale. Secondo Coldiretti Lucca i cinghiali provocano un incidente ogni 48 ore, di media.

"Con l’emergenza Covid che ha ridotto per mesi la presenza dell’uomo all’aperto la presenza dei cinghiali nelle città e nelle campagna è ulteriormente aumentata così come statisticamente a livello nazionale il numero degli incidenti causati da animali selvatici che sono cresciuti del 35% rispetto al 2020 – analizza Andrea Elmi, Presidente Coldiretti Lucca – Questo ennesimo sinistro dimostra che sono un elemento di grandissima pericolosità per gli automobilisti. Quelle dell’alba e del crepuscolo sono le ore più a rischio, con i branchi di cinghiali che si muovono razziando cibo nelle periferie urbane o distruggendo campi e colture, riuscendo a percorrere fino a 40 chilometri alla volta. Tra le strade a più alto rischio, mappate recentemente, ci sono la Lodovica, la Pesciatina, via Romana ed il viale dei Tigli".

Massimo Stefanini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?