Filarmonica Montecarlo. Nuovi strumenti grazie all’aiuto di tutti

L’associazione ha raccolto fondi durante la Festa del Vino. Il presidente: "Serviranno per proseguire il nostro lavoro didattico".

Filarmonica Montecarlo. Nuovi strumenti grazie all’aiuto di tutti
Filarmonica Montecarlo. Nuovi strumenti grazie all’aiuto di tutti

Al passo con i tempi. Nuovi strumenti musicali, ad elevata tecnologia, per la Filarmonica Puccini di Montecarlo.

A seguito della raccolta fondi organizzata dall’associazione durante la festa del vino 2023, grazie al sostegno e al contributo della popolazione, il gruppo ha potuto acquistare una nuovissima batteria "Gretsch" che va a rinnovare e ad arricchire il reparto delle percussioni ed un nuovo impianto di amplificazione "Yamaha" con tecnologia "Bluetooth" completo di mixer e radiomicrofoni. La batteria Gretsch ha una reputazione leggendaria (risale al 1883) nel jazz e anche nel rock.

La sua fama è dovuta al fatto che numerosi batteristi che hanno fatto la storia di questo strumento l’hanno utilizzata. Fra questi Elvin Jones, Max Roach, Art Blakey ed altri.

Questi sono coloro che più di tutti hanno contribuito alla diffusione del nome delle batterie Gretsch in tutto il Mondo fra gli anni ’50 e ’60 del Novecento.

Tony Williams suonava una batteria Gretsch e ne rese mitico anche il modello dal colore giallo. Fra i batteristi contemporanei ad usarla Bill Stewart e Vinnie Colaiuta.

Non meno famosi Mitch Mitchell, Charlie Watts, Phil Collins e Carlos Vega.

"Queste attrezzature fanno parte di una serie di acquisti di strumenti ed attrezzature preventivati e deliberati dal Consiglio Direttivo – spiega il presidente Giorgio Pieraccini, - al fine di migliorare ed implementare le dotazioni necessarie per lo svolgimento delle nostre attività culturali e didattiche". Sicuramente una bella notizia per il futuro della banda paesana che ormai vanta una tradizione ultrasecolare: la nascita, infatti, risale al 1875 e da sempre sforna talenti tra i ragazzi del piccolo borgo.

Oggi la Filarmonica è un punto di riferimento nel panorama culturale e popolare della Provincia di Lucca, svolgendo numerose attività concertistiche, didattiche e di conservazione e diffusione della cultura popolare e tradizionale, opera con i volontari e persegue finalità culturali. In un piccolo paese dove la cultura è di casa, vista la presenza del teatro dei Rassicurati che sarà oggetto di lavori di sistemazione dei palchetti, dopo la nuova copertura realizzata negli anni scorsi.

Massimo Stefanini