Escursionista si frattura una caviglia: soccorsa a Valle del Serchio da Sast e vigili del fuoco

Intervento di soccorso alpino in Val di Lima, a Casoli (Bagni di Lucca): una squadra del Sast e dei vigili del fuoco hanno trasportato un'escursionista ferita con una frattura alla caviglia, utilizzando la tecnica "lecchese" e un verricello. Trasportata in ospedale con l'elisoccorso Pegaso 3.

Siamo nella Val di Lima, a Casoli, comune di Bagni di Lucca, da dove si diramano sentieri montani all’apparenza semplici, ma in realtà abbastanza impegnativi, dove ieri è stato attivato nel tardo pomeriggio un soccorso al quale hanno partecipato una squadra del Sast della stazione di Lucca e una dei vigili del fuoco. Necessario un intervento da terra per raggiungere in un primo step l’escursionista originaria di Lucca caduta su una mulattiera e impossibilitata nei movimenti da una frattura alla caviglia. Una volta stabilizzata, l’infortunata è stata calata tramite tecnica “lecchese“, utilizzata dal soccorso alpino per il trasporto della barella su pendio molto erto, in un punto idoneo al recupero tramite verricello a bordo dell’elisoccorso Pegaso 3, visto che la zona impervia era anche caratterizzata da vegetazione molto fitta. L’elicottero ha poi provveduto al trasporto all’ospedale San Luca. La squadra dei soccorritori è stata coordinata dal tecnico del Cnsas di centrale operativa presente all’interno della sede del 118.

Fio. Co.