Polizia
Polizia

Lucca, 24 marzo 2020 - Continuano i controlli sul rispetto ai DPCM da parte della Polizia di Stato. Se da un lato gran parte della popolazione ha recepito la necessità di limitare al massimo i contatti sociali, anche nella giornata di oggi sono state denunciate alcune persone per violazione delle norme anti contagio. Tra queste, per esempio, 2 ragazzi di circa 30 anni, italiani, provenienti dalla provincia. I due si sono giustificati dicendo che erano usciti per fare la denuncia di furto del cellulare e per comprarne uno nuovo. Giustificazione che in astratto poteva essere plausibile. Peccato che alla richiesta degli agenti di vedere la denuncia, è emerso che era stata fatta il giorno precedente e, in ogni caso, non è possibile uscire in coppia quando sarebbe potuto uscire soltanto l’interessato. Entrambi sono stati denunciati.

Altro episodio ieri sera. Ieri sera, inoltre, un ragazzo di circa 30 anni, ha deciso che era giunto il momento di provare a riallacciare i rapporti con la sua ex ragazza che lo aveva mollato 3 mesi fa. Le cose ovviamente non sono andate come sperava, tanto che ha dato in escandescenze, costringendo la ragazza a chiamare il 113. La Volante intervenuta ha trovato la recinzione del giardino danneggiata ed alcuni vasi rovesciati, e poco distante il ragazzo palesemente ubriaco, che è stato denunciato, oltre che per la violazione delle norme anti contagio, anche per danneggiamento, violenza privata e minacce.