Una rsa
Una rsa

Lucca, 16 ottobre 2020 - Quasi cinquanta persone positive al Covid all’interno della Rsa "Alba Serena" a Maggiano, praticamente tutti gli ospiti – 35 sono i contagiati – e quasi la metà degli operatori – 13 sui 34 in organico. La punta dell’iceberg era emersa con il caso di una signora ospite della residenza assistita, ricoverata nei giorni scorsi all’ospedale San Luca, perché risultata infetta e con alcune criticità. Subito erano scattati i test all’interno della struttura privata di Maggiano, che hanno dato in brevissimo tempo il peggior responso possibile: quasi 50 positivi al Covid.

Quella che era ’innocua’ residenza assistita per anziani in un attimo è diventata una “bomba a orologeria“, un caso con pochi precedenti per entità di contagio. Il Covid-19 qui è entrato come un’onda impazzita, e senza barriere. Al punto che si sta già lavorando per convertire la struttura, gestita dalla cooperativa “La Salute“ che l’ha acquistata nel giugno 2018, in residenza Covid. Ad “Alba Serena“ era stato ricollocato il personale di “Villa Santa Maria“ – ex Rsa del Comune – che era stata chiusa.

Michele Massari (Fp Cgil) a proposito del caso esploso ieri ad “Alba Serena“ ricorda agli operatori che il contagio da Covid è, a norma di legge, da considerarsi “infortunio“ e non “malattia“ con tutte le (maggiori) tutele che ne discendono.

"Siamo a disposizione dell’Asl – dice Massari – per organizzare personale, turni e quant’altro all’interno della residenza Covid di Maggiano". Complessivamente gli ospiti della Rsa Alba Serena sono 39: solo 4, dunque, sono risultati negativi al virus. L’Asl fa sapere che i 34 positivi, attualmente in buone condizioni di salute, resteranno nella stessa sede, che diventerà appunto una struttura Covid, mentre i negativi sono stati isolati in un setting a parte e ripeteranno i tamponi oggi stesso.

Positivi anche 13 operatori, alcuni dei quali erano già a casa in attesa del responso. L’Asl Toscana nord ovest, come già avvenuto in altre circostanze, si è attivata per supportare la struttura per il mantenimento dei livelli di assistenza e i percorsi logistici e di sicurezza.

Intanto il bollettino Asl indica 24 nuovi casi a Lucca e Piana: Capannori 8, Lucca 11, Montecarlo 3, Pescaglia 1, Porcari 1; più altri 18 nella Valle del Serchio: Barga 6, Borgo a Mozzano 1, Castelnuovo Garfagnana 5, Coreglia Antelminelli 3, Villa Collemandina 3.