Antonio Possenti
Antonio Possenti

Lucca, 28 luglio 2016 - Lutto nel mondo della cultura. E' morto in mattinata il pittore Antonio Possenti, ricoverato all'ospedale "San Luca". Aveva 83 anni (era nato l'11 gennaio 1933) ed era consiiderato il più noto artista lucchese vivente.

Era malato da tempo di diabete e di recente aveva avuto una ricaduta che gli aveva impedito anche di presenziare all'inaugurazione dell'ultima grande mostra allestita a Castelnuovo Garfagnana alla Fortezza di Mont'Alfonso, "Altrove e Altri luoghi. Occasioni e suggestioni dall’Orlando Furioso”. Fra i primi messaggi di cordoglio c'è quello del senatore Andrea Marcucci. "Abbiamo viaggiato tanto grazie ad Antonio Possenti. Abbiamo scoperto e amato anche tanti particolari di casa nostra, il mare della Versilia, le montagne, la sua magica Lucca. Un grande artista, un uomo curioso, un viaggiatore per l'appunto, Antonio Possenti. Un artista che ha riletto i testi sacri della letteratura, solo pochi giorni fa a Castelnuovo di Garfagnana abbiamo inaugurato una sua mostra favolosa dedicata all'Orlando Furioso. A Roma, nel mio ufficio in Senato, ho due suoi Garibaldi che tanto amo e che tanto mi fanno compagnia.  Che tristezza - conclude Marcucci - oggi apprendere della sua morte, con lui perdiamo la favola, la creatività, tanti colori e l'allegria di quell'uomo barbuto che esprime una sovrana gioia di vivere".

Attivo fin dagli anni '50, aveva completato gli studi classici e si era laureato in giurisprudenza. Fondamentale fu l'incontro con il pittore Marc Chagall in Costa Azzurra nel 1957: un artista che segnò profondamente la sua concezione pittorica. La notizia del suo decesso è stata comunicata dai familiari. Possenti, che abitava a S.Alessio, lascia la moglie Giuliana, i figli Maria (con la nipotina Giulia di 12 anni) e Giovanni, ma anche i fratelli Marco e Giovanni. Il funerale si terrà sabato alle 11 nella basilica di San Frediano. 

Esprimono profondo cordoglio Ademaro Cordoni e Rodolfo Pasquini, presidente e direttore di Confcommercio Imprese per l’Italia – Province di Lucca e Massa Carrara. “Grave perdita per la nostra città – affermano il presidente e il direttore -: con Possenti se ne va un pezzo di storia di Lucca, un uomo che con la sua arte e il suo straordinario talento ha saputo rappresentare un autentico messaggero della lucchesità in tutto il mondo, mantenendo sempre stretto e profondo il suo legame con la città”.

Un dolore al quale partecipa anche il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini“Ho conosciuto la pittura di Possenti fin dagli inizi. Credo addirittura di aver visto le primissime opere di lui che già facevano presagire i magnifici sviluppi successivi - ricorda Tambellini -  pressoché noti a tutti come un tratto caratteristico della città. Poi ci siamo conosciuti di persona e oltre al pittore, ricco di una fantasia straordinaria, ho avuto la fortuna di apprezzare l’uomo, la sua gentilezza, il senso profondo di umanità. La sua scomparsa mi addolora molto”.

Un pensiero per Possenti anche dal Comune di Coreglia Antelminelli, che lo aveva eletto come unico Cittadino Onorario: "Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale tutta, nell’ apprendere la notizia  esprimono le più sentite condoglianze e vicinanza alla famiglia. L’intera cittadinanza rende omaggio al suo unico Cittadino Onorario, grata e riconoscente dell’amore, dell’attenzione e della generosità che Egli ha da sempre dimostrato a questa terra. E’ una grave perdita - sottolinea il sindaco Amadei - un lutto profondo che segna un rapporto umano di grandissimo livello, un sentimento diffuso che le nostre genti da sempre hanno manifestato nei confronti del Maestro e della sua famiglia". Il Comune ha annunciato che disporrà la sua bandiera a lutta fino al giorno delle esequie. 

“Lucca e la sua comunità - aggiunge il presidente della Provincia e sindaco di Capannori, Luca Menesini - piangono un altro illustre concittadino che soltanto pochi giorni fa avevo accolto con grande piacere a Palazzo Ducale per la presentazione alla stampa della sua mostra allestita alla fortezza di Mont'Alfonso di Castelnuovo Garfagnana nell’ambito delle Celebrazioni per il Cinquecentenario della prima edizione del capolavoro dell'Ariosto”. A Palazzo Ducale, nel settembre 2001, Possenti è stato l’autore di uno degli omaggi dell';allora presidente Tagliasacchi al Capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi in occasione della visita ufficiale a Lucca. Al presidente Ciampi, infatti, fu donata una tela dipinta da Possenti intitolata ‘Nonno Barba’ raffigurante Augusto Mancini, nonno del pittore, docente universitario e relatore di laurea di Ciampi.

Si unisce ai messaggi di cordoglio anche quello del consigliere regionale Pd, Stefano Baccelli: "È una giornata triste per il mondo dell’arte e per Lucca. Scompare un artista raffinato e visionario, in grado di raccontare con immagini e colori luoghi e storie, in un modo tutto suo, onirico e poetico, coinvolgente e fantasioso. Nel cuore della nostra città aveva il suo studio, centro della sua attività e proprio in questi giorni, alla fortezza di Mont’Alfonso è allestita una mostra di sue opere. Ci mancherà la sua grande vena artistica, resta per sempre e per tutti noi la poesia delle sue creazioni.  Una grande perdita per la cultura italiana e per il nostro territorio”.