Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Ad Altopascio il Forum Donne Avis Toscana 2018

Sabato 17 marzo al Teatro Puccini. Azione NCC trasporterà gratuitamente i volontari

Ultimo aggiornamento il 16 marzo 2018 alle 18:11
Il 13esimo Forum Donne ad Altopascio

Altopascio (Lucca), 15 marzo 2018 – In tutta la Toscana le donne donatrici sono 26 mila180, pari al 36,3% del totale dei donatori. La percentuale sale nella fascia di età che va dai 18 ai 25 anni, dove le donatrici femmine conquistano il primato del 51% contro una presenza di donatori maschi del 49%.

Per festeggiarle Avis Toscana organizza per sabato 17 marzo dalle ore 9,30 al Teatro Puccini di Altopascio, il 13°Forum Donne, con il patrocinio del Comune di Altopascio, della Regione Toscana e dell’Ufficio Scolastico IX di Lucca e Massa Carrara e con la collaborazione di CESVOT. L'ingresso è libero.

Inoltre, l’associazione Azione NCC, in occasione di questo appuntamento, apre una collaborazione con Avis che diverrà operativa il prossimo autunno e che prevede un servizio di supporto gratuito per alcuni trasferimenti dei donatori ai centri trasfusionali.

In particolare Azione NCC metterà gratuitamente a disposizione 12 pick up in 5 province Toscane trasportando circa 120 passeggeri al Forum a cui interverrà, in rappresentanza dell'associazione, Umberto Cattani del Consiglio Direttivo.
I saluti di apertura saranno affidati al Sindaco di Altopascio, Sara D’Ambrosio, al Vice presidente vicario di Avis Toscana, Luciano Franchi e al presidente di Avis Altopascio, Nicola Calandriello. Il saluto della Regione Toscana lo farà Simona Carli, direttore del Centro Regionale Sangue.

Gli ospiti più graditi di questo Forum, che riaffermano l’impegno e la stretta collaborazione di Avis con il mondo della scuola, saranno gli allievi e gli insegnanti della Scuola Civitali e dell’Istituto Fermi di Lucca accompagnati dal Direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Donatella Buonriposi.

L’evento entrerà nel vivo con lo spettacolo “Eva diario di una costola” di e con Rita Pelusio, ispirato al Diario di Eva (1906) di Mark Twain. Seguirà una tavola rotonda che, a partire dalle suggestioni e provocazioni del personaggio Eva, condurrà gli ospiti ad una riflessione sul ruolo della donna oggi nella vita di tutti i giorni, nel lavoro e nel suo impegno all'interno della società. Porteranno il loro contributo Rosaria Bonini, responsabile SIMT di Lucca; Lara Cantini, Ufficiale medico Scuola Marescialli/Brigadieri, Corpo dei Carabinieri di Firenze; Massimo Piccione dell’Associazione LUI; Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore e Simona Carli, direttore del Centro Regionale Sangue. Con un contributo video ci sarà anche Beatrice Venezi, direttore d’orchestra. A moderare la mattinata la vice presidente di Avis Toscana, Roberta Pasquini.

“Ogni anno Avis Toscana organizza questo evento al femminile. Non è una celebrazione, ma una festa che vogliamo rivolgere alle donne e al loro impegno”. Sono le parole di Adelmo Agnolucci, presidente di Avis Toscana. “Un momento per ragionare – aggiunge - e per comprendere come Avis, in quanto associazione di volontariato, possa contribuire ad abbattere quelle barriere che impediscono la piena partecipazione delle donne. I dati sulla donazione femminile sono importanti. Basti pensare che le donne in età fertile possono effettuare solo un massimo di due donazioni di sangue intero l'anno. Le donne risultano essere particolarmente "adatte" alla donazione di plasma in aferesi che non incide assolutamente sui globuli rossi ed il ferro ed è per questo che le invitiamo ad essere sempre di più tra le nostre fila, sia come donatrici sia come dirigenti”.

“Per quanto riguarda invece la presenza dei giovani delle scuole, - conclude Agnolucci - è un impegno verso il futuro; affinché i valori di solidarietà, uguaglianza e il rispetto non vengano mai a mancare. Gettiamo un seme con la certezza che i giovani sapranno coltivarlo al meglio.”

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.