Cecina (Livorno), 22 giugno 2017 - UNA BANDIERA che si ammaina, purtroppo non per sua diretta volontà e soprattutto tra qualche recriminazione. Gianluca Cionini lascia il Cecina, compagine rossoblù che neo ds Alberto Lazzerini sta ricostruendo in vista del prossimo campionato di Promozione che la squadra dovrà affrontare dopo la ferita ancora aperta della fresca retrocessione dall’Eccellenza. Un Cecina che sta cambiando pelle e che dopo gli addii di Scarpa, Skenderi, Pacciardi e Bencini vede concretizzarsi un importante avvicendamento anche tra i pali, con il capitano che sarà sostituito da Niccolò Frongillo, ex Pietrasanta, Rosignano e Donoratico. Cionini ha comunicato questo clamoroso addio con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, nel quale ha deciso di salutare la tifoseria rossoblù cogliendo l’occasione anche per sfogare il proprio rammarico misto a rabbia per una decisione che definisce “poco trasparente”. “Eccoci arrivati al capolinea – spiega Cionini –. E la scelta che ha preso la società Cecina è per me dolorosa. Avrei preferito la sincerità nei miei confronti, avrei preferito che chi di dovere si fosse assunto le proprie responsabilità dicendomi subito che non rientravo più nei piani societari piuttosto che provare a far prendere a me la decisione di andarmene, prospettandomi le peggiori condizioni possibili. Dopo aver giocato per questa maglia, dopo aver vinto campionati insieme ai miei compagni, andare via così non me lo sarei mai aspettato. Ma il calcio è anche questo".

"Ringrazio - conclude Cionini - Enrico Marinai, Giacomo Zanobini, Terzilio Ceccanti e Marcello Malfi, oltre a tutti quelli che hanno creduto in me. Ringrazio i miei compagni che hanno gioito e pianto insieme a me, ringrazio i tifosi che ci hanno sempre sostenuto nonostante la retrocessione di quest'ultimo campionato. Porterò con me questi cinque anni bellissimi”.