Prato, 10 giugno 2017 - Il Livorno è campione d'Italia della categoria 'Berretti' Lega Pro. Gli amaranto allenati da Nappi hanno battuto il Renate per 2-0 nella finalissima giocata al 'Lungobisenzio' di Prato.

Primo tempo: amaranto superiori, ma niente gol - Gli amaranto partono subito all'attacco: sono più organizzati, sfruttano i virtuosismi di Folegnani e tengono costantemente in mano il pallino del gioco. Il Renate controlla, non filtra a centrocampo e si affida alle ripartenze, chiudendo gli spazi con non pochi brividi. 
Il Livorno sfiora il gol al 21' con Bardini che colpisce un palo. Dieci minuti dopo è il Renate a centrare la traversa con Confalonieri. Al 35' altra netta palla gol per gli amaranto: Canessa manda di un soffio sul fondo. 
Livorno più incisivo: costruisce gioco ed è sicuramente più pericoloso, ma nonostante l'assedio (6 corner a 1 per la squadra di Nappi, il computo definitivo sarà di 10 a 2) si va al riposo sullo 0-0. 

Secondo tempo: la svolta negli ultimissimi minuti - Pressing iniziale del Renate, ma il Livorno esce subito allo scoperto e pressa costantemente. Al 51' è Canessa a vedersi deviato in corner un bel tiro, mentre al 53' è Folegnani a impegnare il portiere avversario in una parata decisiva. Il copione resta lo stesso: amaranto fanno gioco, sono più veloci, il Renate si chiude e si difende come può. Al 63' i lombardi hanno già esaurito tutte e tre le sostituzioni, mentre Nappi ricorre a Bartolini per rilevare Diolaiti e, soprattutto, è costretto a togliere per infortunio Folegnani inserendo Pallecchi.
Al 67' brivido per gli amaranto: Romboli para su Tagliabue. Un minuto più tardi, nel rovesciamento di fronte, sugli sviluppi di un corner, Lischi manda alto sulla traversa. Dal 70' la fanno definitivamente da padrone i crampi sia da una parte che dall'altra: le squadre pagano lo sforzo e la temperatura elevata (31 gradi alle 18,30 a Prato...). Il Livorno rischia un po' di più, paga l'uscita di Folegnani, cala il ritmo e la pressione. 

Ma al 90' e al 95' Bardini e Pallecchi regalano il sogno agli amaranto. Corner di Hubumuremyi, la palla spiove in area: Lischi la alza di testa ed è appunto Bardini a intercettarla spedendola in rete dopo una carambola su palo. Esplode la gioia amaranto: Bardini si toglie la maglia e viene ammonito, ma non importa. Al 95', ecco il bis: stavolta è Pallecchi a realizzare il gol del 2-0. Lucidissimo e spietato, è suo il raddoppio. E finisce qui, con il Livorno che si cuce sulla maglia lo scudetto 'Berretti' di Lega Pro. "We are the champions" accompagna la premiazione delle giovani triglie: alle 19,11 capitan Vittorini alza la coppa sotto il cielo di Prato. I gol di Bardini e Pallecchi valgono il titolo di Campioni d'Italia per i ragazzi di Nappi. Un titolo strameritato, che riscatta almeno in parte la delusione per il mancato ritorno in Serie B della prima squadra. L'augurio, la speranza, è che la vittoria di questi ragazzi sia il viatico di una completa rinascita amaranto.

Nappi

Il tabellino 
LIVORNO-RENATE 2-0
LIVORNO: Romboli, Raimo, Santini, Diolaiti (64' Bartolini), Lischi, Vittorini, Folegnani (66' Pallecchi), Bardini, Canessa Alessio (83' Hubumuremyi), Cortopassi, Nigiotti. A disp.: Puccini, Canessa Axel, Bozhanaj, Bartolini, Pallecchi, Carlucci, Balleri, De Wit. Hubumuremyi. All.: Nappi.
RENATE: Stucchi, Bonalume, Mutti A., Busa (63' Gulinelli), Gallo, Confalonieri, Roda (54' Pizzi), Caferri, Diaferio (46' Verderio), Tagliabue, Villa. A disp.: Turati, Cavuoto, Gulinelli, Forno, Pizzi, Citterio, Mutti L., Gianpietro, Verderio, Di Benedetto. All.: Citterio.
ARBITRO: Federico Dionisi (L'Aquila).
MARCATORI: 90' Bardini; 95' Pallecchi.