Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

A Livorno incidenti in netto calo, "Ma il lungomare e la Variante restano punti critici"

Le parole degli assessori Aurigi e Vece

Ultimo aggiornamento il 7 luglio 2017 alle 14:31
Il viale Italia a Livorno

Livorno, 7 luglio 2017 - Calano nettamente gli incidenti a Livorno. Secondo i dati in possesso del Comune, sono andati giù del 25% in dieci anni. Un risultato lusinghiero, ma secondo la giunta Nogarin c'è ancora molto da fare. Perché esistono un paio di punti critici, come la Variante Aurelia e il Viale Italia, che devono in qualche modo essere sistemati e migliorati. Qui si registrano ancora molti incidenti, molti anche mortali

“E’ evidente che le componenti che hanno determinato questo calo sono molteplici - dicono gli assessori all’Urbanistica e alla Mobilità, Alessandro Aurigi e Giuseppe Vece -, ma non si può negare l’impegno di questa Amministrazione per ridurre la velocità dei veicoli in transito lungo le principali arterie cittadine e al tempo stesso per promuovere una mobilità alternativa”.

“Non è un caso - aggiunge l’assessore Vece - che i dati peggiori si registrino ancora sul viale Italia. Qui non siamo ancora intervenuti e le automobili possono viaggiare a velocità sostenuta, mettendo a rischio pedoni, ciclisti e altri automobilisti. Questa amministrazione ha però già in progetto di ridurre la larghezza delle corsie, creando una pista ciclabile che costeggi l’intero lungomare, e questo determinerà un impedimento a chi pensa di trasformare il viale Italia in una pista di go kart. Lo abbiamo detto e lo ripetiamo: siamo pronti a ridiscutere il progetto con i cittadini e i commercianti, ma non intendiamo cedere di un millimetro sull’implemento delle misure di sicurezza e sul restringimento della carreggiata”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.