Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Tartaruga marina torna in spiaggia per deporre le uova

La tartaruga aveva nidificato all'alba del 20 giugno sulla spiaggia di Marina di Campo, ora è tornata sulla stessa spiaggia per un secondo tentativo di nidificazione

Ultimo aggiornamento il 5 luglio 2017 alle 15:27
L'area spiaggia dove la tartaruga ha deposto le uova (Yuri Tiberto - Acquario dell'Elba)

Isola d'Elba, 5 luglio 2017 - La tartaruga marina che aveva nidificato all'alba del 20 giugno sulla spiaggia di Marina di Campo, all'Isola d'Elba, è tornata sulla stessa spiaggia per un secondo tentativo di nidificazione. A raccontarlo è Legambiente: uno dei suoi volontari, la notte scorsa, ha trovato l'esemplare di Caretta caretta (chiamata 'Federica' in onore del guardiano degli stabilimenti balneari che l'ha avvistata per primo), che già aveva superato la spiaggia e cercava di attraversare la striscia di asfalto della strada litoranea.

Scossa dalle luci e dalle persone che, per fortuna dice la nota, l'hanno avvistata, la tartaruga (dovrebbe essere la stessa del 20 giugno), è tornata indietro ed è scomparsa in mare senza aver depositato le uova. Il tutto è durato meno di 10 minuti. Nonostante il fallimento, si tratta di un avvistamento eccezionale che conferma la deposizione di 10 giorni fa. I volontari ora sperano che 'Federica' ritorni sulla spiaggia di Marina di Campo. Per questo rafforzeranno i turni di sorveglianza (almeno fino al 9 luglio) e invitano chi dovesse avvistare una tartaruga a contattare immediatamente Legambiente. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.