Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
3 ago 2022
3 ago 2022

Lo Spezia ha ufficializzato il ritorno di Kovalenko

Il fantasista arriva dall’Atalanta in prestito con obbligo di riscatto in caso salvezza fissato a 2,5 milioni. I Platek vendono lo Sonderjyske

3 ago 2022
La società ha ufficiliazzato ieri il ritono di Viktor Kovalenko
La società ha ufficiliazzato ieri il ritono di Viktor Kovalenko
La società ha ufficiliazzato ieri il ritono di Viktor Kovalenko
La società ha ufficiliazzato ieri il ritono di Viktor Kovalenko
La società ha ufficiliazzato ieri il ritono di Viktor Kovalenko
La società ha ufficiliazzato ieri il ritono di Viktor Kovalenko

Più che trattative, telenovelas. Destini probabilmente identici ma percorsi diversi, quelli che porteranno quasi certamente Maggiore e Provedel lontano dallo Spezia: anche ieri, nel giorno in cui lo Spezia ha ufficializzato il gradito ritorno di Viktor Kovalenko, i rumors di mercato hanno nel bene o nel male aggiunto un capitolo ai rispettivi teleromanzi. Sul capitano la storia pare scritta nonostante il naufragio della trattativa col Torino, con gli agenti del centrocampista che stanno lavorando per cercare un’alternativa. Il centrocampista potrebbe raggiungere Martin Erlic al Sassuolo: per ora è solo un’ipotesi, con la società emiliana che sarebbe disposta a offrire uno scambio alla pari con Defrel o il cartellino di Abdou Harroui – 24enne centrocampista marocchino con passaporto olandese prelevato l’estate scorsa dallo Sparta Rotterdam – più un piccolo conguaglio. Allo stato però, nessuna offerta sarebbe ufficialmente recapitata negli uffici di via Melara e la sensazione è che la vicenda Maggiore possa sbloccarsi dopo Ferragosto, a campionato iniziato. Ancora più complicata la vicenda di Ivan Provedel e, più in generale, la questione portieri con cui deve fare i conti lo Spezia. Sembrava ormai definito il passaggio del portiere friulano alla Lazio, ma dopo oltre due settimane di tira e molla, a ieri c’era ancora distanza tra richiesta e offerta.

Una situazione di stallo sfociata ieri anche in alcune dichiarazioni rilasciate a un quotidiano romano da parte del portiere: frasi che lasciavano trasparire l’insofferenza per la cessione non ancora formalizzata, con lo Spezia che multerà il proprio tesserato per le dichiarazioni non autorizzate.

Direttamente legata alla sorte di Provedel c’è anche quella del prossimo numero uno aquilotto, per il quale non si registrano passi in avanti: la pista Dragowski, che si era raffreddata a causa delle richieste del procuratore del calciatore, si è complicata dopo l’inserimento della Real Sociedad. L’alternativa pare portare a Bergamo, con l’atalantino Marco Carnesecchi, in recupero dopo l’infortunio e l’operazione alla spalla, e nel valzer dei portieri che sta caratterizzando questa fase di mercato, non è escluso che possa essere fatto un tentativo per Meret, in uscita nel caso a Napoli arrivasse Kepa.

Nel frattempo, ecco il ritorno di Kovalenko dall’Atalanta: per il fantasista ucraino (26 presenze con un gol e quattro assist lo scorso anno) prestito con obbligo di riscatto in caso di salvezza fissato attorno ai due milioni di euro. Tutto questo, quando rimbalza dalla Danimarca la notizia della vendita del Sønderjyske da parte della famiglia Platek.

Prosegue nel frattempo la preparazione in vista del primo appuntamento ufficiale, sabato in Coppa Italia contro il Como: oggi alle 17.30 è prevista una seduta di allenamento a porte aperte al ‘Picco’ a cui sarà possibile assistere dal settore Distinti.

Matteo Marcello

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?