Monterosso (La Spezia), 25 gennaio 2018 - Sabato, nella chiesa di San Giovanni Battista di Monterosso, ritornerà la pala d’altare della ‘Madonna del Rosario’ dopo un’accurata opera di restauro che ha consentito di riportare all’antico splendore questo importante dipinto cinquecentesco, restituendogli l’intensa cromia originale e la straordinaria qualità esecutiva.

L’opera di restauro e la direzione dei lavori è stata affidata a Massimo Bartoletti, funzionario della Soprintendenza delle belle arti e del paesaggio della Liguria. Il dipinto, attribuito alla Bottega di Luca Cambiaso, è stato oggetto di indagini diagnostiche non invasive che hanno permesso di verificare e di programmare gli interventi di restauro da parte del gruppo di lavoro.

Dopo un’attenta osservazione al microscopio, sono stati eseguiti dei test a luce ultravioletta, seguiti dalla rimozione delle ridipinture e dei depositi di polveri e grassi atmosferici. Si è quindi provveduto alla stuccatura e alla reintegrazione pittorica dopo un accurato test per le vernici. A conclusione delle operazioni di restauro, sulla superficie pittorica è stato nebulizzato uno strato di vernice protettiva per garantire una buona stabilità e trasparenza nel tempo. Oggetto del restauro è stata anche la pregevole cornice lignea dorata, a tempietto, risalente al 1580.

La realizzazione del progetto, patrocinato dal Mibact, dal Comune di Monterosso, dalla parrocchia di San Giovanni Battista, dalla diocesi della Spezia Sarzana e Brugnato e dall’associazione Cordis Gaudia, è stata possibile grazie alla fondazione Compagnia di San Paolo, nell’ambito del bando ‘Tesori Sacri 2015’, e alla Fondazione Carispezia, all’interno del Bando ‘Conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale del territorio’. Sabato, dopo la messa, alle ore 17, Massimo Bartoletti presenterà il restauro insieme a Carla Campomenosi Oberto e a Margherita Levoni, esecutrici dell’intervento. A seguire, una selezione di brani a cura del gruppo vocale Cordis Gaudia.