LA SPEZIA Stasera alle 18 la città si illumina. È il primo saluto alle festività natalizie che si avvicinano, ma che per la pandemia, non è prevista alcuna cerimonia di inaugurazione. "Il Covid non può vincere sul Natale – ha detto il sindaco Pierluigi Peracchini –. Anche quest’anno l’Amministrazione ha investito...

LA SPEZIA

Stasera alle 18 la città si illumina. È il primo saluto alle festività natalizie che si avvicinano, ma che per la pandemia, non è prevista alcuna cerimonia di inaugurazione. "Il Covid non può vincere sul Natale – ha detto il sindaco Pierluigi Peracchini –. Anche quest’anno l’Amministrazione ha investito sulle luminarie e sugli addobbi in tutto il centro e nei quartieri, predisponendo anche il decoro urbano in veste natalizia per dare un messaggio chiaro di speranza a tutta la cittadinanza. I dati sanitari in tutta la Liguria in generale e alla Spezia in particolare indicano che abbiamo intrapreso la strada giusta con le norme anti contagio, ma non per questo dobbiamo abbassare la guardia e vanificare i sacrifici fatti, innanzitutto da alcune categorie economiche, come quelle che riguardano il commercio e la ristorazione, proprio a salvaguardia del periodo natalizio. Dobbiamo tenere in equilibrio il sostegno al commercio, perché dietro ogni attività c’è una famiglia che lavora, vive con il frutto del proprio lavoro e incrementa la qualità della vita della città, e il rispetto delle norme anti Covid". E l’8 dicembre il tradizionale Presepe troverà spazion nell’atrio di Palazzo Civico. Inoltre, per entrare appieno nell’atmosfera del Natale, nei vasi che abbelliscono le vie cittadine sono state sostituite le piante autunnali con ciclamini bianchi e rossi e cipressi in tema natalizio. Si tratta di un’iniziativa che si inserisce all’interno del progetto ‘La Spezia Città Fiorita’, che ha promosso il posizionamento di nuove fioriere nel centro storico per renderlo più accogliente.