Controlli con i cani antidroga
Controlli con i cani antidroga

 

La Spezia, 7 aprile 2021 – È stato il cane antidroga dell'unità cinofila di Firenze ad individuare un trentacinquenne spezzino con dell'hashish, mentre sono stati gli operatori della volante a scovare due spacciatori.

Nella giornata di ieri, le volanti della Questura spezzina, affiancate da una unità cinofila antidroga inviata dalla Questura di Firenze, hanno effettuato una serie di controlli e di pattugliamenti appiedati nel quartiere Umbertino, per poi spostarsi nei giardini pubblici, in particolare al Palco della Musica e al Monumento di Garibaldi, in piazza Verdi e in piazza Giovanni XXIII ed, infine, nell'area della stazione ferroviaria.

Nel pomeriggio, in piazza Brin, il cane antidroga ha segnalato un 35enne spezzino che, identificato, ha consegnato agli operatori di polizia una modica quantità di sostanza stupefacente del tipo hashish, per cui veniva segnalato alla Prefettura quale assuntore.

Alle 23.15, un altro equipaggio della volante ha notato due individui, due cittadini marocchini di 35 e 31 anni già conosciuti dagli stessi operatori per i vari pregiudizi di polizia a loro carico, specialmente nello spaccio delle sostanze stupefacenti, che stavano confabulando tra loro con fare sospetto in un angolo di piazzetta Ancona.

Alla vista degli agenti, uno dei due ha fatto cadere a terra una bustina di cellophane che, una volta recuperata, è risultata contenere della polvere bianca accertato poi essere cocaina.

Gli operatori hanno proceduto quindi a perquisire i due individui, che ha dato esito positivo: il 35enne stava nascondendo un’altra bustina contenente polvere bianca ed un involucro di cellophane contenente circa 15 grammi di hashish. L’altro straniero, su cui grava anche la misura del divieto di dimora nel Comune della Spezia, era in possesso di svariate banconote di vario taglio, tutte accartocciate, per un totale di 265 euro, ritenute probabile provento di spaccio e dunque sequestrate.

I due cittadini stranieri, irregolari sul territorio ed entrambi già destinatari di provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto della Spezia (rispettivamente a settembre 2020 ed a marzo 2021), venivano quindi accompagnati negli uffici della Questura dove, dopo essere stati sottoposti alle incombenze di rito, sono stati denunciati per concorso nel reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le posizioni di tutti e due gli stranieri sono al vaglio dell'Ufficio Immigrazione, per l’esecuzione delle espulsioni in atto, mentre il 31enne marocchino verrà anche segnalato per l’inosservanza della misura cautelare cui risulta sottoposto. Al termine della giornata sono state controllate 49 persone (di cui 21 cittadini stranieri) e 12 autovetture.