Magia (Immagine di repertorio Pressphoto)
Magia (Immagine di repertorio Pressphoto)

La Spezia, 4 giugno 2020 -  "Aiutatemi, ho gravi problemi di salute per i sortilegi che mi ha compiuto una maga": è stata questa l'invocazione rivolta alla polizia da un pensionato spezzino. L'uomo ha raccontato agli agenti di essersi rivolto alla 'maga' in passato, quando attraversava un periodo di difficoltà. Il pensionato, ossessionato dal mondo dell'occulto, ha raccontato agli agenti della Squadra mobile, di un anno di vessazioni, cominciate quando si era rifiutato di pagare ad una sua conoscente «medium» abitante a Genova, una crociera da 5000 euro, dopo anni in cui era in 'cura' da lei, pagando nel tempo complessivamente 500 euro.

L' uomo ha presentato ai poliziotti certificati medici dei suoi malanni, sostenendo che derivassero da una ritorsione della maga che gli aveva praticato un rito per indebolirlo dopo il no alla crociera. Il pensionato ha raccontato anche di essersi confidato con un giovane residente nel suo quartiere, ma che questo si era approfittato di lui, dicendo di avere 'poteri' per risolvere i suoi guai. Così ha cominciato a frequentare l'abitazione dell'anziano con la promessa di sedute spiritiche e in realtà faceva sparire orologi, oggetti di valore, denaro e talvolta entrava in casa con la maga genovese e in altre occasioni raccontava di essere stato a Genova e di averlo liberato dal sortilegio. La Squadra mobile ha ricostruito che il 'mago' era un ventenne denunciato per furti e rapine anche quando era minorenne e la 'medium' una 75enne residente a Genova, che si definisce 'sensitiva', con precedenti per calunnia, furto, ricettazione e reati collegati agli stupefacenti. I due sono stati denunciati per furto continuato e circonvenzione di incapace, aggravati dall'aver agito approfittando dello stato di minorata difesa di persona anziana.