Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
22 mag 2022

Parcheggio di scambio al Palasport Pubblicato il bando per il raddoppio

Con il nuovo progetto gli stalli diventeranno 444 distribuiti su due livelli. Via libera anche per piazza D’Armi

22 mag 2022
Il rendering sul progetto per il nuovo parcheggio di interscambio di fronte al Palamariotti
Il rendering sul progetto per il nuovo parcheggio di interscambio di fronte al Palamariotti
Il rendering sul progetto per il nuovo parcheggio di interscambio di fronte al Palamariotti
Il rendering sul progetto per il nuovo parcheggio di interscambio di fronte al Palamariotti
Il rendering sul progetto per il nuovo parcheggio di interscambio di fronte al Palamariotti
Il rendering sul progetto per il nuovo parcheggio di interscambio di fronte al Palamariotti

"Finalmente si parte per una città migliore, sostenibile dal punto di vista ambientale e veramente green: fra il 2006 e il 2017 la nostra città ha vissuto un vuoto, non era stato fatto alcun piano del trasporto pubblico locale". Il sindaco Pierluigi Peracchini annuncia così la pubblicazione del bando per la costruzione del raddoppio dei parcheggi di interscambio al Palasport e in piazza d’Armi.

"Frutto della vittoria del bando Mit da 38 milioni di euro, che vediamo in fase di avviamento per la rivoluzione della mobilità urbana spezzina sostenibile e green – prosegue Peracchini –. Attualmente il Palasport ha 241 stalli, con il nuovo progetto saranno 444 di cui 250 al piano terra e 194 al primo piano; piazza d’Armi ne ha 180, con il nuovo progetto saranno 234, di cui 164 al piano terra e 160 al primo piano. Nel 2017, con l’attuale amministrazione, è stato varato un nuovo piano della mobilità sostenibile e la città della Spezia ha vinto nel 2019 un bando Mit da 38,3 milioni di euro, per operare una vera e propria rivoluzione della mobilità urbana che ha inizio formalmente ora, con il via al bando per la costruzione dei due parcheggi interscambio". Il sindaco parla così di un primo passo verso un vero e proprio ‘New green deal’ della Spezia. "Grazie alle risorse per investire sui filobus, 14 da 12 metri e 5 da 18 metri, garantendo così un centro storico servito senza inquinare, la ristrutturazione della stazione di Migliarina dal quale partirà il nuovo binario per il Cinque Terre Express, già finanziato, che sarà a disposizione dei crocieristi, decongestionando il traffico dalla stazione centrale, l’installazione dei semafori intelligenti e la ristrutturazione di tutte le fermate degli autobus dotate di display per informazioni all’utenza con l’adeguamento delle banchine e delle pensiline". Inoltre il progetto prevede la riorganizzazione delle linee urbane. "Per massimizzare lo sfruttamento delle infrastrutture filoviarie esistenti attraverso la modifica delle linee 1 e 3, l’istituzione della nuova linea 2 e la modifica, e la parziale filoviarizzazione, della linea 12, la realizzazione di nuove linee filoviarie, in particolare la linea Terminal Crociere - Centro Città - Migliarina, la linea Parcheggio PalaSpezia - centro - Parcheggio piazza D’Armi".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?