Vaccinazioni (foto Frascatore)
Vaccinazioni (foto Frascatore)

La Spezia, 2 aprile 2021 - Scuole superiori ‘a distanza’ fino a lunedì 12 aprile. L’emergenza coronavirus si aggrava e così il presidente ligure Giovanni Toti ieri ha vergato l’ordinanza con cui si dispone l’istituzione della zona rossa nelle province di Savona e di Imperia da oggi fino a domenica 11 aprile compresa, e con cui si proroga per lo stesso periodo lo stop all’attività didattica in presenza nelle scuole superiori di tutta la Liguria, con gli alunni che al ritorno dalle festività pasquali, da mercoledì 7 a venerdì 9 aprile, continueranno a frequentare le lezioni attraverso gli strumenti della didattica a distanza. Si ritornerà sui banchi di scuola il 12 aprile, ma non è escluso, alla luce dell’evoluzione della pandemia in Liguria, che la Regione possa nuovamente prorogare la misura dedicata alle scuole superiori, e che non riguarda solo quelle statali e paritarie, ma anche gli istituti di formazione professionale, gli istituti tecnici superiori e i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore. Il presidente Toti ha contestualmente prorogato sempre fino a domenica 11 aprile (compresa) l’ordinanza in vigore da mercoledì che vieta di andare nelle seconde case e sulle barche. "Una misura che si aggiunge al divieto di raggiungere le seconde case. Insieme alla campagna vaccinazione che marcia spedita riteniamo che queste misure siano in grado di frenare l’espansione del Covid in una regione dove la terza ondata è stata tutto sommato mite" ha detto Toti. A livello regionale, ieri si sono registrati 710 nuovi casi di Covid.

Nello Spezzino, ieri i nuovi positivi sono stati 69, ma torna ad aumentare la pressione sugli ospedali: 83 i ricoveri, 8 in più rispetto a mercoledì. Otto le persone in terapia intensiva, mentre l’ospedale Sant’Andrea torna a ospitare persone affette dal virus; 758 gli spezzini in quarantena. Una situazione che desta preoccupazione anche tra i Comuni. A Deiva Marina, la crescita dei contagi (12 persone positive, 4 in quarantena) ha portato il Comune a ragionare sulla possibilità di introdurre ulteriori restrizioni. "Come avevamo ipotizzato – ha annunciato la maggioranza attraverso la propria pagina social – si è creato un cluster. Il sindaco sta valutando l’ipotesi di emettere un’ordinanza ulteriormente restrittiva rispetto alle disposizioni vigenti".