La Spezia, 2 ottobre 2020 - Un torrente è esondato in provincia della Spezia a causa delle abbondanti piogge che avevano portato le autorità a diramare un'allerta arancione per tutta la giornata di venerdì. Il torrente Borsa, nel Comune spezzino di Maissana, è esondato sulla strada comunale. Esonda in alcuni punti anche il Vara. Paura lungo tutto il percorso del fiume, da Brugnato a Sesta Godano. Poi la situazione rientra, ma adesso si innalza l'allerta.

image

Allerta rossa nello spezzino

Si alza il grado di allarme per il maltempo nello Spezzino. L'allerta della Regione diventa infatti rossa nei bacini di Entella, Magra, Vara, Aveto, Scrivia, Trebbia. L'allerta rossa va avanti dalle 16 di venerdì 2 ottobre alle 8 di sabato 3 ottobre. Poi diventerà arancione fino alle 14 di sabato 3 ottobre. Sui bacini piccoli e medi l'allerta rimane arancione. 

I danni tra Maissana e Tavarone

Alcune case sono isolate. La corrente ha portato via alcune automobili e persino un camion, che si è andato a incastrare nella zona del ponte della Sp 523. Sulla provinciale tra Maissana e Tavarone una frana è caduta a pochi metri da un mezzo in transito. Secondo le prime informazioni, il conducente sarebbe illeso.

L'albero crollato

Fa paura il Vara

Massima attenzione anche al fiume Vara che ha superato il livello di guardia ed è uscito in più punti a Sesta Godano e Varese Ligure, dove ha provocato allagamenti e l'interruzione di alcune strade provinciali. Proprio a Sesta Godano c'è la situazione più rischiosa, con alcune famiglie che vivono vicino al fiume che sono in procinto di evacuare le abitazioni. Allagati alcuni fondi a San Pietro Vara. Al lavoro vigili del fuoco e squadre della Provincia, oltre alla protezione civile per portare assistenza alle zone più difficilmente raggiungibili.

La situazione a Brugnato

Paura anche più a monte, a Brugnato, dove il Vara ha superato il livello di guardia. La situazione è poi rientrata ma è sotto stretta osservazione per possibili nuove piogge. La strada provinciale della Ripa a Vezzano Ligure per ordinanza è chiusa da mezzanotte per rischio esondazione del fiume Magra.

Preoccupa anche il vento

I venti meridionali forti con raffiche di burrasca forte hanno segnato valori, in costa, di 132,5 km/h a Fontana Fresca (Sori, Genova) e, sui rilievi, di 127.8 a Casoni di Suvero (Zignago, La Spezia). Sabato attesi ancora venti meridionali di burrasca, raffiche fino a burrasca forte (80-100 km/h)

Il resto della Liguria

Raffiche di vento fino a 70 km orari alla Spezia. Situazione al momento sotto controllo al momento alla foce del Magra. Frane e allagamenti hanno interessato anche la zona di Casarza Ligure, nella città metropolitana di Genova: uno smottamento ha travolto alcune auto in frazione Bargone.

La situazione in Italia

Maltempo in diverse zone d'Italia. LEGGI L'ARTICOLO CON UN QUADRO COMPLETO