Un’immagine dei danni del 30 ottobre a Lerici
Un’immagine dei danni del 30 ottobre a Lerici

Lerici (La Spezia), 11 febbraio 2019 -  Ferite profonde nelle aree di pregio. Gran parte delle devastazioni, per oltre mezzo milione di euro, a Lerici, San Terenzo e Tellaro provocati dalla mareggiara di tre mesi fa, stanno per essere ripristinati e messi in sicurezza. Litorali e pavimentazioni distrutti, pontili, scogliere e passeggiate danneggiati.Perché l’amministrazione comunale interviene solo ora per la sistemazione e il ripristino di quegli angoli di pregio distrutti?

«Prima – spiega l’assessore ai lavori pubblici Marco Russo –abbiamo eseguito gli interventi di somma urgenza, come il taglio dei rami delle piante e dei muretti cadenti transennando le zone a rischio». Si parla di danni che incideranno notevolmente sulle casse comunali: «I danni si aggirano sul mezzo milione di euro che vanno a incidere sul bilancio di previsione. In questi mesi non siamo stati a guardare. Abbiamo redatto progetti e studiato la fattibilità di certe operazioni sotto il rigido controllo degli enti preposti. Adesso da alcuni giorni siamo partiti».

L’ASSESSORE il punto: a Tellaro si è conclusa la ricostruzione del muro della passeggiata del Gro, il mare aveva demolito parte del contenimento provocando danni anche alla condotta fognaria di collegamento alla stazione di pompaggio. Sono invece ancora in corso le attività per il consolidamento della passerella di accesso alla spiaggia di Fiascherino, per circa 15mila euro. Nei prossimi giorni prenderanno avvio i lavori alla passeggiata di Lerici nella zona prospiciente l’hotel Shelley ove sarà necessario ricostruire il muretto, sostituire parte dei marmi distaccati e procedere con la messa in sicurezza della pavimentazione. Sempre a Lerici sono in corso alcuni interventi per la messa in sicurezza della pavimentazione nella zona in prossimità del molo Noceti per circa 40mila euro. A San Terenzo verranno affidati a giorni i lavori per il ripristino della pavimentazione e del muro della passeggiata a mare, sono allo studio soluzioni per il tratto della passeggiata della Marinella, poco meno di 50mila euro.

MA LE RISORSE più importanti, conclude Russo, l Comune le convoglierà nel ripristino delle scogliere del molo di Lerici e della barriera di San Terenzo nonché alla messa in sicurezza del pontile della Venere Azzurra. Particolare attenzione verrà posta alla porzione di pavimentazione di Calata Mazzini che è stata interessata da un fenomeno di cedimento superficiale.

Euro Sassarini