Da questa settimana è possibile acquistare i nuovi abbonamenti per "Meraviglioso!", la stagione del teatro degli Impavidi che partirà ufficialmente sabato 6 novembre con "Coppia aperta quasi spalancata", la commedia di Dario Fo e Franca Rame reinterpretata da Alessandro Federico e Chiara Francini. Dopo oltre un anno di timori e incertezze la scelta degli Scarti, associazione culturale che attualmente gestisce il teatro, è stata quella di riservare le prime settimane alle prelazioni degli abbonati alle...

Da questa settimana è possibile acquistare i nuovi abbonamenti per "Meraviglioso!", la stagione del teatro degli Impavidi che partirà ufficialmente sabato 6 novembre con "Coppia aperta quasi spalancata", la commedia di Dario Fo e Franca Rame reinterpretata da Alessandro Federico e Chiara Francini. Dopo oltre un anno di timori e incertezze la scelta degli Scarti, associazione culturale che attualmente gestisce il teatro, è stata quella di riservare le prime settimane alle prelazioni degli abbonati alle stagioni precedenti, per poi passare a quelli nuovi. Sarà una stagione piena che da novembre ad aprile porterà in scena grandi nomi come Silvio Orlando (in foto), Anna Bonaiuti, Emma Dante e Eugenio Allegri, alternando grandi classici a testi di drammaturgia contemporanea. Ma gli Scarti, oltre ad introdurre la novità del servizio di babysitting serale per gli utenti che ne avessero bisogno, hanno fatto anche un’altra scelta che potrebbe sembrare autodistruttiva, ma che ha l’obiettivo di fare sentire al sicuro i propri spettatori.

Nonostante sia legittimo tornare alla capienza del 100 per cento, almeno per i primi due spettacoli programmati la capienza massima degli Impavidi si attesterà intorno al 70%: dei 360 posti di cui il teatro degli Impavidi dispone infatti ne saranno usufruibili soltanto 260. "Non vogliamo bruciare le tappe – ha commentato il direttore Andrea Cerri – per questo all’inizio abbiamo deciso di mantenere un distanziamento tra gli spettatori per garantire a tutti la tranquillità di potersi godere gli spettacoli senza preoccupazioni. Valuteremo poi più avanti, in base all’andamento epidemiologico, di ampliare gradualmente la capienza".

Ma la campagna di abbonamenti quest’anno è più importante che mai non solo perché acquistare il pacchetto completo consentirà agli utenti di risparmiare, ma anche perché abbonarsi significa sostenere attivamente il teatro di Sarzana, suo indiscusso centro culturale. Gli abbonamenti, che comprendono l’accesso a tutti gli 8 spettacoli programmati, potranno essere acquistati sino al 6 novembre e i prezzi vanno da 176 euro (in prima classe) a 135 (per la terza). Gli studenti, per cui il prezzo totale scontato dell’abbonamento sarebbe quello di 60 euro, potranno anche utilizzare, così come i docenti, il bonus cultura. I biglietti per i singoli spettacoli invece saranno disponibili a partire dal 2 novembre e si ricorda che, per qualsiasi informazione è possibile recarsi alla biglietteria del teatro, aperta dal martedì al sabato dalle 9 alle 12,30.

Elena Sacchelli