Giovanni Millauro

La Spezia, 10 ottobre 2018 - Localizzato stamani alla Spezia dai carabinieri un uomo di Catania scomparso dalla città siciliana alimentando l’ansia dei familiari, che, dal 10 settembre, non avevano più ricevuto notizie da lui.

Del caso si era occupata la trasmissione «Chi l’ha visto?». Ad essa si erano rivolti i congiunti di Giovanni Millauro, 56 anni. Appello disperato il loro: «Temiamo che possa essergli successo qualcosa di grave... Non risponde al telefono. Aiutateci a rintracciarlo!». L’Sos lanciato durante la trasmissione di martedì sera era stato raccolto da una telespettatrice spezzina. Alla vista dell’immagine del volto dell’uomo, aveva telefonato alla redazione sostenendo che poteva trattarsi di una persona notata più volte al circolo Arci del Favaro. E lì, nel circolo, ieri mattina, si è recato un giornalista di «Chi l’ha visto?» che è riuscito, poco dopo, ad incontrare l’uomo.

La sua giustificazione? «Sono venuto alla Spezia per cercare lavoro; il cellulare mi è caduto a terra pochi giorni dopo la partenza da Catania e si è rotto. Non potevo più chiamare i familiari...». Attraverso il giornalista-ponte è stato realizzato il contatto. Ansia sciolta per i congiunti di Giovanni. Atti di rito per lui. Del ritrovamento sono stati informati i carabinieri che si sono recati al Favaro. Lì lo hanno identificato e - finite le riprese per il lancio di un servizio battente sull’edizione mattutina di Chi l’ha visto? - lo hanno convocato in caserma per ricostruire meglio le circostanze della scomparsa da Catania e della trasferta alla Spezia. Ai militari ha ribadito il concetto, puntualizzando di aver avuto ospitalità in città da un amico. Obiettivo mancato quello del lavoro. E ritorno di Giovanni, nella serata di ieri, a casa a Catania. Sull’accoglienza tributata si impone la privacy.

C.R.