L’ingegner Renato Buratti, consulente tecnico della procura, ha depositato la sua perizia tecnica sul crollo del ponte della darsena di Pagliari, avvenuta lo scorso 12 maggio. Come si ricorderà, la struttura metallica aveva ceduto

nell’atto di richiudersi, fortunatamente senza causare feriti, ma procurando disagi alle attività commerciali della zona. La perizia è ora sul tavolo del sostituto procuratore Claudia Merlino, titolare dell’inchiesta, che domani la sottoporrà al procuratore capo Antonio patrono, il quale sin dall’inizio ha seguito il caso in prima persona. Secondo quanto trapela dietro lo stretto muro di riserbo, il consulente che aveva chiesto più tempo proprio per un’analisi più accurata, avrebbe

individuato delle responsabilità, che ora verranno sottoposte al vaglio dell’incidente probatorio. E questo potrebbe portare, inevitabilmente, ad una valutazione di possibili

iscrizioni sul registro degli indagati. Ma ne sapremo di più nei prossimi giorni.