Genova, 21 novembre 2021 - Sono 313 i positivi al Covid in Liguria, a fronte di 3.317 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 8.406 tamponi antigenici rapidi

I nuovi casi: 

IMPERIA (Asl 1): 44

SAVONA (Asl 2): 42

GENOVA: 180 (di cui Asl 3: 133 - Asl 4: 47)

LA SPEZIA (Asl 5): 46

Non riconducibili alla residenza in Liguria: 1

Covid Liguria

I ricoveri salgono di 13 unità (due in terapia intensiva): il totale è di 132 ricoveri, dei quali 17 in terapia intensiva. Da sottolineare come dei 19 ricoverati in terapia intensiva ben 17 siano non vaccinati e dei due vaccinati uno abbia anche altre patologie.

I dati sui vaccini:

  • Somministrati: 2.389.200
  • Prima e seconda dose: 1.098.809
  • In attesa di ricevere seconda dose: 86.457
  • Terza dose: 105.125
  • Copertura con almeno una dose: 1.185.266

Toti: "Pandermia dei non vaccinati"

"Gli ultimi dati che arrivano dagli ospedali liguri confermano quanto stiamo ripetendo da tempo: questa è l'ondata riservata quasi esclusivamente ai non vaccinati. I pazienti ricoverati oggi in terapia intensiva, infatti, sono 19 di cui 17 non vaccinati. Degli altri due uno era già ospedalizzato con patologie Covid correlate, l'altro ha invece patologie pregresse". Così il presidente della Regione, Giovanni Toti, commenta l'andamento del Covid-19 in Liguria. "Mi auguro che la decisione del Governo, che auspico venga presa quanto prima, di un super green pass riservato ai vaccinati - ha aggiunto Toti - dia un'ulteriore spinta a chi deve effettuare ancora la prima dose, anche se i gli ultimi dati relativi alle prenotazioni ci dicono che l'ultima ondata del virus sta convincendo anche gli scettici. Nella settimana del 6 novembre le prime dosi effettuate sono state 2.784, salite a 3.514 nella settimana del 13 novembre mentre nell'ultima settimana abbiamo somministrato quasi 4 mila prime dosi. C'è dunque un piccolo incremento che ci fa capire che siamo sulla strada giusta. Anche le prenotazioni future per effettuare la prima dose sono già 2.244, con un bel balzo in avanti della fascia tra i 12 e i 19 anni. In questo momento - ha concluso Toti - dobbiamo arginare la circolazione del virus proprio tra più giovani, visto che qui si registrano gli incrementi più significativi dei contagi. Lunedì alle 12, attraverso tutti i canali, sarà possibile prenotare la terza dose anche nella fascia tra i 40 e i 59 anni. Non si tratta di una fascia particolarmente a rischio ma anche in questo caso è estremamente importante limitare la circolazione del virus".

I grafici covidStat/Infn:

L'andamento dei positivi

L'andamento dei ricoveri