Manuel Tomadin
Manuel Tomadin

Fezzano, 20 giugno 2019 – Nuova tappa del festival 'Il Suono del Tempo - Antichi organi 2019' per la XXXVIII Rassegna Internazionale d’Organo Città della Spezia, venerdì 21 giugno, alle 21.15, nella chiesa di San Giovanni Battista. In programma il concerto d'organo 'Viva Bach!', a ingresso gratuito, con Ferruccio Bartoletti, Manuel Tomadin, Matteo Venturini e Enrico Viccardi che si alterneranno sullo straordinario organo Anonimo di Scuola Ligure del XVIII secolo, in un duello musicale interamente dedicato alle musiche del grande compositore tedesco Johann Sebastian Bach.

Per parlare degli organisti parliamo di Ferruccio Bartoletti, diplomato in organo e Composizione organistica col massimo dei voti, che conta oltre 750 recital e che dal 1991 è direttore artistico proprio della Cesar Franck, attraverso la quale promuove studi, convegni e concerti sugli antichi organi del territorio della Spezia e Lunigiana; dal 2016 è organista titolare della Cattedrale di Massa. È probabilmente l’organista italiano più decorato in competizioni della sua generazione Manuel Tomadin: vincitore di 4 concorsi organistici nazionali e 6 internazionali. Svolge intensissima attività concertistica in Italia e in Europa, dedicandosi costantemente all' approfondimento delle problematiche inerenti la prassi esecutiva della musica rinascimentale e barocca anche attraverso lo studio dei trattati e degli strumenti dell’epoca.

Ha inciso numerosi cd per Brilliant, Bongiovanni, Tactus, Fugatto, Bottega Discantica, Toondrama, Centaur Records, Stradivarius e Dynamic, alcuni dei quali recensiti con 5 diapason dalla stampa specializzata francese. Matteo Venturini si è diplomato al Conservatorio Cherubini di Firenze in Organo e Composizione Organistica, e in Composizione, ha vinto otto concorsi di esecuzione organistica e svolge attività concertistica in prestigiosi festival internazionali in Europa e America. Ha inciso quindici cd per Fugatto e Brilliant Classics. Diplomato col massimo dei voti in Organo e Composizione organistica al Conservatorio di Piacenza, Enrico Viccardi si è perfezionato per due anni con Michael Radulescu alla Hochschule für Musik di Vienna e ha seguito i corsi di L.F. Tagliavini all’Accademia di Musica Italiana per organo. Ha collaborato anche con prestigiosi complessi quali il Coro della Radio della Svizzera Italiana, l’ensemble Vanitas, i Sonatori della Gioiosa Marca, La Camerata del Titano e con direttori quali Clemencic, Fasolis e Carmignola.

L’organo Anonimo di Scuola Ligure del sec. XVIII racchiuso nella chiesa San Giovanni Battista del Fezzano fu comprato a Genova dai massari della chiesa per 1800 lire, su interessamento di un abate del convento degli Olivetani delle Grazie. Nell’archivio parrocchiale si conserva la documentazione relativa al trasporto via mare dello strumento e ai relativi lavori di rimontaggio, ad opera degli organari Ciurlo e Roccatagliata, risalenti al periodo 1793-1795. L’organo, in pessime condizioni fino al 2006, è stato ripristinato dalla Bottega Organaria Dell’Orto & Lanzini di Novara grazie all’Associazione César Franck che, assieme a Farina, facendo ricorso anche a donazioni di privati, ha trovato la somma necessaria e seguito direttamente i lavori di restauro.