La Spezia, 2 settembre 2018 – Era stato spostato in seguito alla tragedia del Ponte Morandi di Genova e si svolgerà lunedì 3 settembre alle 21.30, alla Pinetina del Centro Allende con ingresso gratuito, per l'Estate Spezzina curata da Metarock, 'Il Tenco Ascolta' format del Club Tenco - Premio Tenco che si sviluppa in una serie di appuntamenti annuali, in giro per l’Italia, durante i quali il Club invita ad esibirsi dal vivo i nuovi cantautori ritenuti più interessanti tra le centinaia che ogni anno spediscono al sodalizio il proprio materiale. Un’occasione per incontrare la musica di qualità di domani, da sempre compito del Club Tenco.

Non è un contest, e quindi non ci sono vincitori. In qualche caso però alcuni degli artisti che partecipano a 'Il Tenco ascolta' sono invitati al Premio Tenco (la Rassegna della canzone d’autore di Sanremo) o in altre iniziative del Club. Un'occasione anche per ascoltare alcune tra le più significative di quell'area tirrenica che abbraccia la costa tirrenica Ligure e Toscana.

Presentati e intrattenuti dal presentatore del Premio Tenco Antonio Silva, si esibiranno infatti 4 artisti che con stili e caratteristiche diverse, partendo da questi territori, hanno saputo creare interesse nel panorama nazionale.
Si inizia con Apice, il progetto solista di Manuel Apice, cantautore spezzino classe 1995.

Dopo anni di militanza sui palchi con gli Ondalibera, band in cui Apice ricopre dal 2009 il ruolo di autore, cantante e tastierista raccogliendo la possibilità di esibirsi in apertura ad artisti come Modena City Ramblers, Balletto di Bronzo, Bobo Rondelli, Petra Magoni, Irene Fornaciari e altri, da inizio ad un nuovo capitolo del suo percorso musicale intraprendendo la via del cantautorato: vede così la luce Beltempo, un melanconico album d’esordio dal retrogusto di salsedine e voli di gabbiano, in uscita a settembre.

A seguire I Figé de mar che sono una band spezzina nata nel 2012 e sviluppatasi intorno alla passione per il mondo del cantautorato italiano e del folk rock. Tra il 2015 e il 2016 hanno aperto i concerti di Tony Esposito, i Rockets, Johnson Righeira, per la manifestazione 'Follo in musica'. Nel luglio 2016 il cantante Lorenzo ha ricevuto, per il terzo posto, il Premio Lunezia nella sezione 'Nuove proposte – Autori di testo'.

Si prosegue con Lorenzo Marianelli, nato a Pisa nel 1982, eda sempre appassionato del cantautorato in tutte le sue forme, con particolare attenzione alla commistione fra suoni acustici e suoni più moderni. Il ragazzo è cofondatore, arrangiatore, chitarrista e autore nei Betta Blues Society, band attiva in tutto il territorio nazionale Con il suo progetto solista 'State sereni' Marianelli è stato tra gli artisti segnalati dal Premio Ciampi 2017 e ha vinto il Premio Ernesto De Pascale 2018 nell’ambito del Rock Contest organizzato da Controradio Firenze.

Concluderà la parte dedicata agli artisti emergenti Teresa Plantamura. Cantautrice eclettica, cresce a Massa dove tutt’oggi vive, anche se restano in lei molto forti e profondi i legami con la sua terra d’origine, la Puglia. Dopo l'uscita del suo primo cd 'L'arca dell'angelo', Teresa si è esibita in vari contesti tra i quali ricordiamo, Festival Metarock Pisa, Metapollege Massa e Revolution Camp, il più grosso raduno degli universitari italiani. Significative anche le partecipazioni alla più importante rassegne dedicata alla chitarra acustica, l’Acoustic Guitar Meeting (Sarzana) ed a prestigiose fiere dedicate alla liuteria e strumenti musicali quali Cremona Mondomusica e Namn a Los Angeles. Teresa, ha aperto i concerti di Max Gazzè, Loredana Bertè e Levante ed ha diviso il palco con artisti di varia estrazione e differente fama.

Ospite della serata, ma anche padrone di casa viste le sue origini spezzine, Stefano Nosei che è noto al grande pubblico soprattutto per le sue reinterpretazioni parodistiche di grandi successi della musica leggera italiana, che esegue accompagnandosi con la chitarra acustica. Non molti sanno però della sua attività di musicista; il primo disco pubblicato è il 45 giri Non è facile/Lo zampino, che contiene due canzoni in stile cantautore, incise per la casa discografica Demara. Ha collaborato con numerosi artisti, tra cui Rocco Tanica, Dario Vergassola, Paolo Fresu, Osvaldo Cavandoli e pubblicato libri e album musicali.

Marco Magi