Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Le Bucciarde al castello San Giorgio con le loro note barocche

Appuntamento con il particolare ensemble mercoledì 8 agosto fra trombe, clavicembalo e timpani

di MARCO MAGI
Ultimo aggiornamento il 7 agosto 2018 alle 22:01
Le Bucciarde

La Spezia, 7 agosto 2018 – Dopo l'evento dedicato all'archeologia, un particolarissimo concerto di musica barocca è in programma mercoledì 8 agosto, a partire dalle 21, inserito nel programma della rassegna 'Notti al castello'. Al castello di San Giorgio di via XXVII Marzo si esibiranno Le Bucciarde.

L’ensemble Le Bucciarde prende il nome dalla buccina, strumento musicale ricurvo appartenente al gruppo degli ottoni, usato nelle fanfare delle legioni dagli antichi romani. Al nome tuttavia si è voluto accostare la parola ensemble, in modo da impreziosire ed ampliare la collaborazione con altri strumenti, in maniera da ricreare ed alternare così atmosfere militari tipiche delle trombe naturali a timbriche più raccolte. Il gruppo, infatti, è costituito da Federico Canalini, Giuseppe Sarno, Giulia Noceti, Michelangelo Ferri alle trombe barocche, Alessandro Carta al clavicembalo, Luca Manfredini ai timpani.

La tromba barocca nel solco della tromba naturale esisteva dall'antichità, come testimoniano molti dipinti del Beato Angelico, di Michelangelo, di Piero della Francesca, ed è una tipologia di strumento priva dei pistoni e delle ritorte tipici degli strumenti moderni che permettono di eseguire tutte le note della scala cromatica.

Potendo emettere solo una nota fondamentale con la relativa serie degli armonici, ha possibilità melodiche limitate, ma la potenza e la brillantezza del timbro ne hanno favorito l'impiego accanto all'organo a partire dall'epoca barocca, quando si instaurò una tradizione di musiche per tromba e organo che ebbe in Firenze uno dei centri più importanti. Inoltre è doveroso citare che tutto questo fu favorito da grandi interpreti e virtuosi della tromba i quali, grazie al loro modo di suonare e soprattutto grazie ai loro trattati, hanno reso possibile, prima in Italia e poi nel resto d’Europa, tale espansione.

Durante il concerto verranno eseguite musiche di Claudio Monteverdi, Girolamo Fantini, Giovan B. Ferrini, Johann H. Schmelzer, Carl P. E. Bach, Johann L. Krebs, Johann B. Schiedermayr, Baldassare Galuppi, John Hyde, Anton Diabelli e Giovanni B. Gordigiani. L'evento è ad ingresso libero. Ulteriori informazioni sono disponibili contattando lo 0187 751142 o all'email museo.sangiorgio@comune.sp.it.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.