Il cast di Alcatraz
Il cast di Alcatraz

La Spezia, 7 settembre 2018 – Catapultati in un carcere di massima sicurezza, fra acrobati, attori, attrici e balli in un connubio tra teatro, performance circensi, effetti visivi e musica live. Fino a domenica 9 settembre lo Psychiatric Circus presenta 'Alcatraz' nell'area di via Maralunga, alle spalle della biblioteca Beghi. Nei giorni scorsi in tantissimi, spezzini e da fuori provincia, hanno partecipato allo spettacolo seduti tra ergastolani, avanzi di galera ed infami, così come erano suddivisi gli spettatori in base al biglietto e alla posizione all'interno del grande tendone. E sono proprio loro, fra racconti, narrazioni e una successione di scene travolgenti, ad essere coinvolti sul palco in simpatici sketch che stemperano la concentrazione su un tema serio. A farli divertire e pure simpaticamente preoccupare, è il frizzante Alberto con bigliettini imbarazzanti e tante allegre prese in giro.

La scenografia è parte integrante dello spettacolo, in un susseguirsi di emozioni fatte di energia e passioni. La direttrice artistica e regista Sandy Medini prosegue nel proporre uno stile moderno di concepire lo spazio scenico costruito su equilibri artistici giocosi e riflessivi. «Il nostro intento è quello di proporre uno show dalle tinte forti che però riesca a coinvolgere e divertire il pubblico – spiega la regista – . Acrobatica, teatro e cabaret rappresentano i punti chiave dai quali partire per raccontare storie grottesche, esperienze amare che prendono forma attraverso immagini poetiche e suggestive, capaci di emozionare. Senza dimenticare, però, che accanto alla brutalità dell’animo umano, si possa reagire anche attraverso il sorriso».

Ambientato tra le mura della celebre prigione di San Francisco, 'Alcatraz' è uno spettacolo (info su www.psychiatricircus.com) inedito a metà tra circo e teatro, con un ricco cast internazionale di acrobati, artisti circensi e attori, accompagnato da una colonna sonora a tinte rock, con musiche originali presentate dal vivo con un virtuoso chitarrista.

Lo spettacolo, vietato ai minori di 14 anni, racconta le vicende dei detenuti di 'Psychiatric-Alcatraz'. “La prigione di Alcatraz - conclude Sandy Medini - è un labirinto e solo chi sentirà il rumore del cancello chiudersi alle spalle, capirà che la sua vita è finita”. Comunque, alla fine di ogni show, tutti gli spettatori in coda per farsi fotografare insieme ai protagonisti, pronti a concludere in modo eccezionale uno show a tutto tondo fra risate, stupore, rabbia, intensità e spunti di riflessione.