Roma, 23 gennaio 2021 - É un ko amaro, quello dell'Olimpico contro la Roma: non ne fa mistero il tecnico dello Spezia, Vincenzo Italiano, che a fine partita analizza una sconfitta maturata nei minuti di recupero, dopo che le Aquile erano riuscite a rimontare il doppio svantaggio. “Lo Spezia oggi ha fatto molto meglio della partita di coppa, però il calcio è strano e oggi abbiamo perso. Certo, se dopo aver rimontato lo svantaggio contro una grande squadra non riusciamo a portare a casa il punto, è chiaro che il rammarico c’è” afferma l’allenatore dello Spezia, che sottolinea come il punto sarebbe stato comunque meritato: “Ci dispiace non aver mosso la classifica, ora cercheremo di recuperare quel punto da qualche altra parte”.

A far arrabbiare il mister non è stata solo la disattenzione fatale nel finale di gara, ma anche il passaggio a vuoto che ha consentito alla Roma di volare 3 a 1 in quattro minuti. “Mi ha fatto arrabbiare l’aver concesso due gol in pochi minuti, quell’atteggiamento non mi è piaciuto. E poi sono arrabbiato per il gol finale: non c’erano particolari schemi da seguire, c’era solo da stare attenti per non subire gol, serviva un po’ più di attenzione. Mancavano trenta secondi alla fine, la partita era chiusa”. Dal tecnico anche un bilancio del girone di andata delle Aquile: “Abbiamo 18 punti, una classifica che all’inizio tutti ci auguravamo, siamo vivi e stiamo dimostrando di poterci stare. Non dobbiamo però abbassare la guardia, noi non ci possiamo permettere errori perché alla minima disattenzione ci va sempre storto tutto. Abbiamo la consapevolezza di aver messo in difficoltà grandi squadre, abbiamo una nostra identità e il giusto atteggiamento, per ora il cammino è ottimo ma la strada è lunga”. Con l’Udinese Italiano spera di recuperare Nzola: “Ha un fastidio alla caviglia, gli fa male quando corre, non vogliamo rischiarlo perché per noi è importante e dovrà esserlo anche nel girone di ritorno”.

Tra i protagonisti dell’Olimpico c’è Daniele Verde, che dopo aver segnato alla Roma in Coppa Italia, si è ripetuto ieri in campionato. “C’è rammarico perché eravamo stati molto bravi a riprendere una gara che sembrava persa, c'è voluta forza di volontà e grande determinazione, poi però all'ultima azione avremmo potuto sicuramente fare meglio. In ogni caso voglio prendere tutto ciò che di buono abbiamo fatto vedere oggi, son convinto che se dovessimo continuare con questo affiatamento in questa direzione potremo toglierci soddisfazioni. Sul 3-1 tante squadre avrebbero mollato, noi siamo rimasti in partita e a testa bassa, contro una grande squadra, abbiamo agguantato il pari con gli artigli. Abbiamo dimostrato di poter battagliare su ogni campo contro ogni avversario, ora dovremo pensare alla trasferta di Napoli in Coppa e poi avremo il fondamentale match casalingo contro l'Udinese. Chiudiamo il girone d'andata a 18 punti, in una posizione di classifica positiva, quindi c'è da rimanere assolutamente ottimisti". 
Matteo Marcello