L'esultanza degli spezzini (La Presse)
L'esultanza degli spezzini (La Presse)

La Spezia, 4 maggio 2019 – Il sesto gol stagionale di Galabinov e la rete di Bidaoui, al rientro dopo diverso tempo dall'infortunio, decidono Spezia-Crotone e lanciano gli aquilotti nei playoff. Un gol per tempo e in mezzo anche un legno colpito da Maggiore.

Qualche cambio nella formazione scelta da Marino rispetto a Palermo, con l'inserimento dall'inizio di Bartolomei e il rientro di capitan Terzi, dopo la squalifica, mentre Okereke, già nella lista delle formazioni, cede in extremis il suo posto a Da Cruz, per i problemi fisici già annunciati alla vigilia. Dall'altra parte l'ex Stroppa si affida ai gol di Simy, affiancato in attacco da Macach.

Dopo una prima fase di studio, il cross dalla trequarti di Marchizza si trasforma in un tiro che Lamanna tocca in corner, sotto l'incrocio (5'). Il tiro di Macach viene rimpallato e deviato, così finisce sul fondo (16'). Lo Spezia passa in vantaggio al 25' quando sul cross di Augello, si getta in avanti Galbinov e di testa infila l'incolpevole Cordaz sulla sua sinistra. È l'1-0. Rischia Cordaz che scarta Gyasi sulla trequarti, dopo un pallone lungo che lancia il contropiede aquilotto (31'). Pur essendo in area, Cordaz entra con il piede per anticipare Galabinov lanciato da Terzi, con il bulgaro pronto a toccare di testa (35'). Per un'entrata durissima a centrocampo sul ginocchio di Bartolomei, al 45' dovrebbe essere espulso, ma per Zanellato arriva solo l'ammonizione.

Finisce così il primo tempo e non c'è nessun cambio nelle formazioni. Dopo 21 secondi Spezia pericoloso con Gyasi, servito da Da Cruz, che di sinistro manda la palla sull'esterno della rete. Sono più motivati gli ospiti in questo inizio di ripresa, ma va invece lontanissimo dalla porta di Lamanna, la conclusione di Firenze al 7'. Staffilata di Milic dalla sinistra che Lamanna respinge, poi riprende Simy che la gira, ma Capradossi la respinge col corpo (7'). Vicino al raddoppio lo Spezia al 13' con il tacco di Galabinov che innesca Ricci e poi Da Cruz cede a Gyasi che scarta due uomini epoi in area scaglia di poco alta. Non riesce a concludere sull'assist di Gyasi e così Galabinov la rimette al centro, ma Mora viene anticipato (16'). Nessun problema per Lamanna sulla debole incornata di Simy sul cross di Molina (22'), ma il 2-0 sembra concretizzarsi alla mezzora sulla rasoiata destra di Maggiore da fuori area che prende in pieno il palo, poi Augello dal limite, la piazza dentro, dall'altra parte, ma l'arbitro annulla su segnalazione dell'assistente Grossi. Il bis è nell'aria e così giunge al 36' con l'appena entrato Bidaoui, servito sotto porta da Gyasi, a porta vuota in anticipo sui difensori. È il 2-0. Vicino ad accorciare il Crotone al 44': sulla punizione di Barberis dalla destra, Vaisanen di testa clamorosamente sul fondo. Al triplice fischio esultano i tifosi aquilotti che ringraziano a gran voce giocatori e allenatore.

Il tabellino

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; Vignali, Terzi, Capradossi, Augello; Bartolomei (24' st Maggiore), Ricci, Mora; Gyasi (45' st Crimi), Galabinov, Da Cruz (33' st Bidaoui). A disp. Manfredini, Barone, Brero, Crivello, Pierini, De Francesco, Ligi, Okereke, De Col. All. Marino.

CROTONE (3-5-1-1): Cordaz, Curado (44' pt Sampirisi), Vaisanen, Marchizza; Firenze (31' st Kargbo), Molina, Barberis, Zanellato, Milic; Machach (10' st Mraz); Simy. A disp. Figliuzzi, Festa, Cuomo, Spolli, Tripaldelli, Tripicchio, Gomelt, Nanni, Valietti. All. Stroppa.

Arbitro: Marinelli di Tivoli (assistenti Grossi di Frosinone e Capone di Palermo; quarto uomo Volpi di Arezzo).

Marcatori: 25' pt Galabinov; 36' st Bidaoui.

Note: spettatori paganti 1.978, per un incasso di 9.400 euro; abbonati 3.719, con quota non comunicata. Ammoniti Vaisanen., Milic, Zanellato, Mora. Tiri in porta 4-3. Tiri fuori 2-6. In fuorigioco 4-0. Angoli 3-6. Recuperi 3' pt e 4' st.