La Spezia, 15 maggio 2018 - I tifosi bianchi del club 'Franco Cavatorti' e del gruppo 'Belini frizzanti' premieranno questa sera i due giocatori aquilotti Filippo De Col e Matteo Pessina. Al difensore bellunese, oltre cento presenze con la maglia bianca e un ottimo rendimento nella stagione che sta per concludersi, lo storico club migliarinese consegnerà il premio dell'Aquilotto dell'anno 2018. Un artistico piatto decorato a mano con il logo del club, che De Col potrà collocare nella sua bacheca dei ricordi più cari a testimonianza dell'affetto e dell'amicizia che il popolo bianco gli ha riconosciuto. Un titolo, quello di Aquilotto dell'anno, che a partire dal lontano 1997 fu attribuito a monumenti quali Roberto Chiappara, Stefano Sottili, Alessandro Andreini, Roberto Bordin e Gianluca Coti, per poi essere rinverdito con le assegnazioni recenti ad Andrea Catellani, Francesco Migliore, Jon Errasti e Leandro Chichizola.

Il gruppo 'Bellini frizzanti', da sempre al fianco del 'Cavatorti' nell'organizzazione delle numerose trasferte al seguito dei bianchi, premierà invece il giovane talento Matteo Pessina per l'attaccamento dimostrato alla maglia bianca evidenziato nel corso di tutto il campionato ed eloquentemente manifestato nell'esultanza del suo gol a Frosinone. Al Nazionale under 21 verrà consegnata una targa a memoria della sua splendida esperienza in terra spezzina. La festa si svolgerà al centro sportivo Trincerone dell'ex aquilotto Massimo Melucci, con le premiazioni che avverranno nel corso della cena alla quale parteciperanno tutti i soci del club e non (presenti anche una rappresentanza del club Orgoglio Spezzino e del gruppo Fedelissimi Mazzetta).

Sarà anche l'occasione per festeggiare i ventidue anni di vita del sodalizio migliarinese e ricordare i suoi compianti ex presidenti Remo Bellè e Ilaria Franchetti. Saranno presenti anche il presidente dello Spezia Stefano Chisoli, l'ad Luigi Micheli, il ds Gianluca Andrissi e lo slo Luca Maggiani che ha risposto in modo entusiastico all'invito dei tifosi e Riccardo Borghetti, autore dello storico inno delle Aquile. Chi vorrà partecipare alla cena, anche se non iscritto al club, potrà ancora farlo telefonando al numero oppure rivolgendosi al bar La Lory di via Buonviaggio. A margine della serata vi sarà anche lo spazio per la beneficienza, da sempre nel dna di tutti gli spezzini.