Capradossi esulta dopo il gol (foto LaPresse)
Capradossi esulta dopo il gol (foto LaPresse)

La Spezia, 2 aprile 2019 – Festeggia lo Spezia la sua vittoria in rimonta sulla Salernitana. Dopo il vantaggio ospite del primo tempo, giocato sotto tono dagli aquilotti, ecco la rimonta confezionata nella ripresa grazie alle reti di Mora e di Capradossi che sigilla la sfida nel recupero. Lo Spezia così sbarca nei playoff.

Mister Marino, che deve rinunciare allo squalificato Okereke, piazza di nuovo Galabinov al centro dell'attacco e ritrova Capradossi accanto a Terzi in difesa, dopo l'infortunio. Dall'altra parte Gregucci sceglie di affidarsi al solo finale offensivo davanti ad un trequartista esperto come Rosina.

Si fa vedere lo Spezia al 5' con una bella discesa di Augello che però, quando rimette al centro, non trova nessun compagno. Passa un minuto e Bidaoui pesca libero Da Cruz al limite dell'area, ma il destro dell'olandese va direttamente sul fondo. Poi niente fino al 16' quando la girata di Bartolomei dal limite dell'area finisce abbondantemente sul fondo. E si vede ancora Spezia con una bella azione iniziata da Galabinov e poi rifinita da Mora e con Augello che serve Bartolomei il cui tiro viene ribattuto da Migliorini al 22'. Ci prova poi Rosina con il suo colpo migliore, su punizione, al 26', ma Lamanna è attento.

Gli aquilotti faticano e al 36' Bartolomei scaglia il suo destro abbondantemente alto. Dopo due minuti Marino deve rinunciare a Bidaoui per sostituirlo con Pierini, causa un affaticamento. Passa sopra la traversa la conclusione a giro col destro di Djuric, servito da Casasola al 41' poi dopo 120 secondi lo stesso attaccante fa centro con un colpo di testa, su cross dalla sinistra di Rosina. È lo 0-1.

Finisce così il primo tempo e nel secondo rientrano in campo gli stessi 22. Lo Spezia va alla ricerca del pareggio e al 9' Augello spara alto da circa 25 metri. L'1-1 giunge al 14' con Mora in rovesciata, dopo la torre di Galabinov, sulla punizione di Bartolomei. Potrebbe passare in vantaggio lo Spezia al 22', ma Galabinov tocca troppo piano col sinistro dopo il tacco di Da Cruz. Poi al 26' Vignali vince un rimpallo e penetra in area, poi Galabinov stoppa e conclude ma Pucino gli respinge la sfera, che arriva a Pierini la cui cannonata colpisce il palo esterno. Protestano giustamente per un calcio di rigore gli aquilotti perché Migliorini tocca con la mano sul cross di Mora dalla sinistra (29'). Ma nel finale lo Spezia riesce a ribaltare il risultato grazie al tocco vincente di Capradossi sotto porta, su azione insistita degli aquilotti e ultimo assist di Mora. È il 2-1 finale che fa esplodere il Picco, poco prima del triplice fischio.

 

Spezia-Salernitana 2-1

PRIMO TEMPO 0-1

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; Vignali, Terzi, Capradossi, Augello; Bartolomei (34' st Maggiore), Ricci, Mora; Da Cruz, Galabinov, Bidaoui (38' pt Pierini-45' st Gyasi). A disp. Manfredini, Barone, Brero, Crivello, De Francesco, Ligi, De Col. All. Marino.

SALERNITANA (4-4-1-1): Micai; Mantovani, Pucino, Migliorini, Memolla; Casasola Akpa, Di Tacchio, Jallow (14' st D. Anderson); Rosina (44' st Odjer), Djuric (34' st Vuletich). A disp. Vannucchi, Gigliotti, Minala, Orlando, A. Anderson, Perticone, Mazzarani, Lazzari. All. Gregucci.

Arbitro: Di Martino di Teramo (assistenti Maccadino di Pesaro e Borzomì di Torino; quarto uomo Maggio di Lodi).

Marcatori: 43' pt Djuric (Sa); 13' st Mora (Sp), 49' st Capradossi (Sp).

Note: spettatori paganti 1.321, con un incasso di 10.470; abbonati 3.719, con quota non comunicata. Ammoniti Akpa, Jallow, Mora, Djuric. Tiri in porta 5-2. Tiri fuori 4-1. In fuorigioco 0-4. Angoli 1-6. Recuperi 1' pt e 5' st.