Spezia-Padova (foto LaPresse)
Spezia-Padova (foto LaPresse)

La Spezia, 9 marzo 2019 – Brutta sconfitta dello Spezia, la seconda consecutiva, la quarta nelle ultime cinque gare – che cede al Picco con un bis di reti al Padova, ultimo in classifica della Serie B. Un gol per tempo di Bonazzoli e i veneti chiudono la pratica, nonostante la pressione costante degli aquilotti e le tante occasioni e rischiando però di subire anche il tris.

Pasquale Marino lascia in panchina Galabinov in avvio, piazzando Okereke al centro dell'attacco e Vignali sulla fascia destra. Dall'altra parte ci sono due ex aquilotti, spezzini, come Ceccaroni e Lollo.

La prima azione pericolosa è dello Spezia al 3' con Pierini che scarica il suo destro, leggermente deviato, in corner. Il contropiede dello Spezia al 14' porta alla conclusione Bartolomei con un potente destro che Minelli respinge facile sulla propria sinistra. Bell'inserimento di De Col al 15' con cross dalla destra e torre di Pierini sulla quale però interviene Minelli. Poi il Padova passa in vantaggio con un'azione prolungata di Bonazzoli che parte dalla propria metà campo poi arriva a circa 25 metri dalla porta scaglia un forte sinistro su cui non arriva Lamanna. È lo 0-1. Prova a reagire lo Spezia e al 20' sul cross di Augello dalla destra, Pierini calcia male sul fondo, anticipando anche Vignali pronto a battere dietro di lui da miglior posizione. Rischia l'autorete Minelli al 31' quando sul traversone teso dalla sinistra di Augello, para in due tempi, prima perdendo la palla, proprio sulla riga di porta sulla pressione di Pierini. Vicinissimo al pari lo Spezia al 34' con Bartolomei che calcia verso la porta sguarnita, dopo la respinta di Minelli sul cross di Augello, ma con la palla che si impenna per un contrasto di Andelkovic, così Ravanelli respinge di testa sulla riga. Poi al 35' sul fronte opposto Bonazzoli spara sul fondo in contropiede, mentre al 36' è bravo Augello ad interrompere l'azione di Bonazzoli che si stava inserendo su servizio di Mbakogu. Toglie la palla dall'incrocio Minelli, sulla rovesciata di Vignali al 38'. Poi due tiri da fuori di Lollo e Pierini senza centrare lo specchio.

La ripresa con gli stessi 22 in campo e in avvio Bartolomei si lamenta per una trattenuta in area da parte di Baraye. Raddoppia con un travolgente contropiede il Padova all'11': perde palla Bartolomei a centrocampo su pressione di Lollo e Mbakogu, poi sulla fascia vola Baraye e mette al centro dove Bonazzoli appoggia di piatto. È lo 0-2.

Cannonata di Mora di destro al 21' con palla che è indirizzata fuori, colpisce la testa di Okereke, ma esce lo stesso. Sul cross di Okereke, colpisce di testa Pierini ma manda fuori (30'). Bravissimo Minelli sulla staffilata di Bartolomei a toglier la palla da sotto l'incrocio (32'). Salva dal 3-0 Lamanna al 36' quando sul contropiede perfetto di Mbakogu, innescato da Bonazzoli e inseguito in vano da due difensori, para con una mano sulla propria sinistra. Eccezionale recupero di Ravanelli su Pierini pescato in area al 38' da Mora. Il rimpallo per poco non tradisce Terzi che manda fuori sul cross dalla destra di Cocco, anticipando Mbakogu, ma sfiora l'autorete (45').

Dopo quattro minuti di recupero esultano gli ospiti e per gli spezzini è vera crisi.

Spezia-Padova 0-2

SPEZIA (4-3-3) Lamanna; De Col, Terzi, Ligi, Augello; Bartolomei, Ricci, Mora; Vignali, Okereke, Pierini. A disp. Manfredini, Barone, Brero, Crivello, Morachioli, De Francesco, Maggiore, Galabinov, Figoli, Erlic, D'Eramo. All. Marino.

PADOVA (4-3-1-2) Minelli; Morganella, Andelkovic, Ravanelli, Ceccaroni; Lollo, Mazzocco, Calvano; Baraye; Bonazzoli, Mbakogu. A disp. Favaro, Serena, Capelli, Madonna, Marcandella, Cappelletti, Capello, Cocco, Longhi, Clemenza. All. Bisoli.

Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna (assistenti Manuel Robilotta di Sala Consilina e Gamal Mokhtar di Lecco; quarto ufficiale Fabio Piscopo di Imperia).

Marcatore: 16' pt Bonazzoli; 11' st Bonazzoli.