Spezia-Atalanta
Spezia-Atalanta

Cesena, 21 novembre 2020 – No, lo Spezia non è una cenerentola. Un bel pareggio, come pari è il conto dei pali fra gli aquilotti e l'Atalanta dei miracoli. Finisce con uno 0-0 comunque vivace la sfida dell'ottava giornata all'Orogel-Manuzzi di Cesena. Probabilmente l'ultima disputata in quello stadio dai ragazzi di mister Italiano, come pare che sarà visto ormai l'avvicinarsi della fine dei lavori di adeguamento del Picco. Due squadre che giocano bene al calcio, che hanno alternato il ritmo e il possesso palla, facendo comunque divertire. Nell'ultimo quarto d'ora soffre un po' troppo lo Spezia, ma contro una big come l'Atalanta, ci può anche stare.

Tante novità nella formazione dove fa il suo esordio Vignali, mentre il recuperato Mattiello resta in panchina, poi Farias vince il ballottaggio con Agudelo e Gyasi si sposta di fascia: Pobega parte tra i titolari, ma, come prevedevamo stanco dagli impegni della nazionale, non è nelle migliori condizioni e lascia il posto a Maggiore nel secondo tempo.

Che ce ne sarà da vedere delle belle e che lo Spezia non è in campo per fare la vittima sacrificale, lo si comprende dopo 3 minuti quando Farias con il suo preciso interno destro da fuori area, colpisce il palo pieno alla destra di Gollini, disteso in tuffo, poi l'azione sfuma. Faticano gli avversari a prendere le misure a Farias che si mette di nuovo in evidenza al 6' mandando però alto, dopo essersi liberato lo spazio per scaricare ancora il suo destro. Ma i bergamaschi sono in agguato, dimostrano che alla prima sbavatura spezzina, sono pronti a colpire, ma se in una prima occasione è Provedel a spezzare la trama e l'assist dalla destra, è Gosens al 14', favorito da un rimpallo su Terzi (dopo aver ricevuto da Zapata), a sparare incredibilmente alle stelle, dal limite dell'area piccola. Crescono gli ospiti che lavorano molto sull'anticipo, poi Gasperini è costretto a cambiare ed inserire l'ex aquilotto Piccini al posto di Depaoli, alle prese con un problema alla coscia destra. L'Atalanta non mantiene un ritmo alto e così lo Spezia ne approfitta per organizzare delle buone azioni. Ed ecco che al 40', con un lampo, pareggia i conti coi legni Zapata che difende la palla a centro area, finta di servire un compagno in sovrapposizione, si gira a incrociare col sinistro, ma il pallone viene fermato dal palo a Provedel battuto. La prima frazione si chiude così sullo 0-0.

La ripresa inizia subito con due cambi: Italiano toglie Pobega e inserisce Maggiore, mentre Gasperini lascia negli spogliatoi Gomez per Pasalic. Quest'ultimo ha una posizione più avanzata rispetto al Papu, supportando Ilicic e Zapata, mentre è De Roon ad arretrare. Passano tre minuti e Toloi non riesce a tirare, ostacolato da Erlic, da due passi, ,dopo la punizione di Ilicic da trenta metri e la deviazione di un compagno di testa. Continua a premere l'Atalanta e dopo il tiro di Toloi finito fuori di non molto è Gosens a portare in vantaggio i suoi al 12', ma la rete viene annullata: cross dalla destra di Toloi, spizzicata di Zapata e staffilata dell'accorrente Gosens che si infila nell'angolino, con l'appena entrato Mattiello (all'esordio) e Estevez in ritardo sulla marcatura. Con il Var il gol non viene convalidato per la posizione irregolare di Zapata. Ed è ancora Spezia al 18' con Gyasi, il cui sinistro trova la manone di Gollini, mentre Provedel al 23' risponde alla conclusione dell'appena entrato Lammers, toccando in corner sulla propria sinistra.

Soffre davvero tanto nell'ultimo quarto d'ora lo Spezia. Un doppio intervento di Provedel salva la porta spezzina al 38': prima su Pasalic in uscita, poi sulla conclusione ravvicinata di Gosens che aveva ripreso il pallone. E non c'è niente da fare, il portiere è sempre più protagonista, al 43' quando ipnotizza l'accorrente Pasalic, servito da Gosens lì vicino, per un rigore in movimento mal calciato centralmente, e poi sullo stesso avversario un minuto dopo, chiudendogli lo specchio (Pasalic gli tira addosso).

Termina così, con un punto prezioso che porta lo Spezia a quota 9 in classifica. Nella prossima sfida, aquilotti in trasferta a Cagliari, poi, forse il ritorno al Picco, il 5 dicembre per Spezia-Lazio.

 

Spezia-Atalanta 0-0

PRIMO TEMPO 0-0

SPEZIA (4-3-3): Provedel; Vignali (10' st Mattiello), Terzi (30' st Chabot), Erlic, Bastoni (16' st Marchizza); Estevez (30' st Deiola), M. Ricci, Pobega (1' st Maggiore); Gyasi, Nzola, Farias. A disp. Krapikas, Rafael, Acampora, Mora, Agoume, Agudelo, Piccoli. All. Italiano.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Palomino; Depaoli (25' pt Piccini-39' st Sutalo), De Roon, Pessina, Gosens; Ilicic (39' st Miranchuk), Zapata (22' st Lammers), Gomez (1' st Pasalic). A disp. Rossi, Sportiello, Freuler, Ruggeri, Diallo. All. Gasperini.

Arbitro: Rapuano di Rimini (assistenti Scatragli di Arezzo e Grossi di Frosinone; quarto uomo Amabile di Vicenza, al Var Banti di Livorno, Avar Fiorito di Salerno).