Filippo Vetrini
Filippo Vetrini
Grosseto, 20 novembre 2018 - Mancano pochi giorni all'apertura del mercato di riparazione e qualcuno, in casa Gavorrano, potrebbe fare le valige. Con Rigucci che resterà saldo sulla panchina rossoblù per qualche altro mese – sempre che le cose non precipitino -, i candidati a cambiare aria sono alcuni giocatori che finora hanno reso molto al di sotto delle aspettative. C'è aria di rivoluzione in casa mineraria, soprattutto dopo la brutta figura sul campo dell'Aglianese. Il direttore generale del Gavorrano Filippo Vetrini è tornato furibondo da Agliana, per via della prova insufficiente dei suoi che, dopo due vittorie di fila, hanno perso malamente contro una squadra dal valore molto al di sotto dei minerari. “Siamo stati imbarazzanti – dice senza giri di parole Vetrini -. I giocatori devono lottare su ogni pallone fino al novantesimo. Con l'Aglianese non è successo, come in altre partite. Con prestazioni di questo tipo ci troveremo a lottare per la salvezza. Questo è inaccettabile”. La discontinuità prosegui quindi, col ko di Agliana. E domenica al Malservisi-Matteini arriva la Massese, altra squadra che lotta per salvarsi. Poi ci sarà il mercato. “Con l'apertura del calciomercato faremo delle valutazioni – aggiunge il diggì -. Le cose non stanno andando come speravamo. Ci attendevamo un altro tipo di campionato. Adesso guardare alle prime posizioni è impossibile. Se c'è qualche giocatore a cui non va bene la realtà Gavorrano ce lo dica chiaramente”. Con dicembre qualcuno andrà via, altri arriveranno, perché le cose stanno andando molto al di sotto delle aspettative. “Il problema non è l'allenatore – conclude Vetrini -. Con lui ci possiamo salvare. Ha un ottimo rapporto con la rosa e vedo quanta meticolosità mette nella preparazione delle partite”.