Giulio Grifoni
Giulio Grifoni

Gavorrano, 3 maggio 2019 - «Adesso puntiamo a vincere i playoff». Il fantasista del Gavorrano Giulio Grifoni è pronto a tornare in campo domenica nell’ultima di campionato sul campo del Ghivizzano, dopo aver scontato i tre turni di squalifica rimediati dopo l’espulsione contro la Pianese. Un rientro atteso, che può contribuire a dare la spinta necessaria ai rossoblù di Marco Cacitti per chiudere in bellezza la stagione. «La soddisfazione per aver raggiunto i playoff è tanta - dice Giulio Grifoni - ma allo stesso tempo c’è anche un pizzico di rammarico. Se avessimo fatto nel girone di andata quello che siamo riusciti a fare nel ritorno questa squadra sarebbe ancora in corsa per la serie C». Grifoni, che ha firmato per il Gavorrano a fine ottobre ed è sceso in campo ai primi di novembre, è stato uno dei tanti acquisti azzeccati dal direttore generale.

«Ho aspettato una chiamata per la serie C, che in realtà è anche arrivata, ma non mi convinceva il progetto. Non ho invece avuto esitazioni quando è arrivata la chiamata del Gavorrano: sono contento dell’ambiente che ho trovato e alla fine sono più che soddisfatto della mia stagione». «Il nostro girone di ritorno - prosegue Grifoni - è stato davvero incredibile. Abbiamo giocato alla pari con la Pianese e abbiamo recuperato tantissime posizioni, lasciandoci alle spalle avversarie come Tuttocuoio e Ghivizzano che sembravano irraggiungibili. Basti pensare che l’avversario di domenica prossima, prima della sfida del 23 dicembre aveva qualcosa come 21 punti di vantaggio su di noi. Abbiamo creduto in una rimonta clamorosa, ma abbiamo comunque dimostrato di essere un gruppo unico».

«La squadra ha fatto vedere grande carattere anche in occasione della gara con il Viareggio - sottolinea - sotto di una rete e con l’uomo in meno siamo riusciti a mettere al tappeto un avversario che cercava punti salvezza. Nonostante il sogno sia svanito stiamo onorando il finale, come abbiamo fatto anche contro lo Scandicci, pur non riuscendo a vincere». Per Grifoni i playoff «sono una base dalla quale ripartire nella prossima stagione, che vedrà ancora protagonista il Gavorrano». L’ala originaria di Arezzo è tornata in Maremma dopo l’esperienza in C2 con i rossoblù nella stagione 2012-2013 con otto presenze nel girone d’andata prima di accasarsi al Bellaria Igea Marina. Dopo aver iniziato a tirare i primi calci nel Tuscar Arezzo, “Grifo” a 11 anni è stato ingaggiato dalla Fiorentina, dove è rimasto fino al 2011, vincendo la Coppa Italia Primavera. L’esordio nel calcio dei grandi è stato esaltante, con la vittoria del campionato di serie D e e la conquista dello scudetto di categoria con il Venezia. Nella sua carriera ci sono comunque anche Prato, Messina, Juve Stabia ed anche trenta presenze e tre gol con l’Akademija Pandev, formazione di serie A macedone.