Il patron dei minerari Mansi
Il patron dei minerari Mansi
Grosseto, 12 maggio 2018 - È stato respinto il ricorso del Gavorrano contro la penalizzazione di due punti che comunque anche in caso di accoglimento non mutava la situazione in classifica dei minerari. Inoltre è arrivata un'ulteriore sanzione. Due mesi di inibizione e seimila euro di ammenda. Mano pesante della Figc sul patron del Gavorrano. Su Mansi infatti si erano concentrati gli organi della Procura federale dopo che lo stesso socio maggioritario del sodalizio minerario aveva rilasciato dichiarazioni lesive della Lega Pro. Mansi in pratica aveva violato l'articolo uno bis, comma 5, e l’articolo 5, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, per avere, a mezzo di un’intervista, espresso pubblicamente dichiarazioni lesive della reputazione della Lega Pro; nella citata intervista, in particolare, si utilizzavano le seguenti testuali espressioni: “si consente di schierare forze che non possono essere permesse dai rispettivi bilanci: questo non è calcio è semplicemente mafia”. Un uscita forte quella del patron del Gavorrano che era sbottato dopo alcune situazioni anomale che si erano verificate durante il campionato. Mansi ha però patteggiato due mesi di inibizione e seimila euro di ammenda con la Figc. S