I minerari saranno la mina vagante degli spareggi
I minerari saranno la mina vagante degli spareggi

Gavorrano, 29 aprile 2019 - Il Gavorrano si congeda dal pubblico amico battendo in rimonta il Viareggio (3-1) e si qualifica matematicamente per i playoff. Lenti e prevedibili nella prima frazione di gioco, conclusa con un gol di svantaggio, Conti e compagni si sono svegliati nella ripresa, ma hanno dovuto aspettare di rimanere con l’uomo in meno per pareggiare i conti e poi dilagare contro un avversario alla ricerca di una posizione migliore nella griglia playout. I rossoblù, grazie ai risultati dagli altri campi, salgono in quarta posizione e si garantiscono un posto nei playoff. Un traguardo che non conta niente sotto l’aspetto pratico, ma che legittima sicuramente la bella rimonta nel girone di ritorno. Con quella di domenica sono dieci le vittorie interne dei gavorranesi, che hanno conquistato nella seconda parte di stagione la bellezza di 39 punti. Il primo tempo è stato giocato a ritmi blandi, con il Gavorrano che non riesce a dare continuità alle sue azioni e prendere in mano la gara ed anzi, nel finale, subisce anche il gol di Belluomini. Al 13’ Cerretelli spara sopra la traversa dopo un servizio di Costanzo. Al 19’ Jukic viene anticipato dal portiere.

Al 21’ grande punizione dal limite di Costanzo: il portiere Cipriani vola al sette per deviare in angolo. Al 23’ il Viareggio ci prova con un tiro dalla distanza di Papi senza fortuna. Alla mezz’ora Jukic, servito di tacco da Gomes, prova dal limite ma il tentativo finisce alto. Al 35’ il bel gesto atletico di Gomes, una rovesciata a centro area, s’infrange sul corpo di un giocatore bianconero. Al 40’ Folegnani chiama al lavoro Salvalaggio con un tiro poco dentro l’area.

E’ il preludio al gol ospite che arriva al 41’ su un tiro di Belluomini dal limite dell’area che, complice una deviazione, va a finire all’incrocio dei pali, imprendibile per il numero uno rossoblù. Al 45’ la punizione di Chicciarelli finisce direttamente tra le braccia di Salvalaggio. Al 46’ il Gavorrano chiede il calcio di rigore per un fallo di mano in area sul tiro di Cerretelli; l’arbitro lascia correre. Al 47’ il gran tiro dalla distanza di Costanzo viene tolto da sotto la traversa da Cipriani. Nella ripresa la prima azione degna di nota è al 6’: Mastino corre sulla sinistra e crossa al centro, ma il portiere anticipa Jukic. Al 10’ Chicchiarelli percorre tutto il campo e lascia partire un diagonale che sfiora il palo alla destra di Salvalaggio. Al 12’ finisce alto il tentativo di Costanzo subito fuori dall’area. Al 17’ il Gavorrano rimane con l’uomo in meno per l’ingiusta espulsione diretta di Mastino per un fallo su Tine. Al 21’, per un fallo di mano di Pelliconi sul colpo di testa di Berardi, il Gavorrano rimette in parità l’incontro. L’episodio cambia l’inerzia del match, con i ragazzi di Cacitti che diventano padroni del campo e fanno girare il duello a loro favore.

Al 26’ la sciabolata di Marco Berardi porta in vantaggio i rossoblù: il centrocampista follonichese è stato il primo ad arrivare sulla palla dopo un rimpallo. Al 28’ i maremmani calano il tris: Conti serve in area Alberto Gomes che fa secco il portiere Cipriani. Al 32’ Berardi mette di poco a lato su suggerimento di Bracciali. Al 35’ viene ristabilita la parità numerica in campo: l’arbitro sanziona con il rosso l’intervento da dietro di Belluomini su Gomes. Fino al fischio finale non succede più nulla con il Gavorrano che s’impone meritatamente.