Marco Santolamazza
Marco Santolamazza

Grosseto, 26 novembre 2018 - La Gea Basketball Grosseto suona la nona sinfonia nel campionato di serie D, ma per battere il Nutrifarto Jokers Firenze servono gli straordinari, tanta grinta e classe nelle battute finali (66-60 il finale). Il quintetto di Pablo Crudeli è partito bene con 11 punti partiti dai polpastrelli di Perin nei primi dieci minuti, ma ha dovuto fare i conti con il ritorno degli avversari (favoriti da un momento di calo locale nel secondo quarto), sempre pronti a volare al rimbalzo o ad agire in contropiede.

Il match è corso così sul filo dell’equilibrio fino agli ultimi minuti. Decisivi per la Gea sono stati sicuramente gli otto punti nell’ultimo quarto di capitan Santolamazza con due triple e due liberi e la bomba di Edoardo Furi che ha spento le ultime speranze del team fiorentino. Miglior realizzatore Perin (15 punti, 5/13 da due, 1/2 da tre), seguito da Santolamazza (14 punti (4/11 da tre). 

Particolarmente vivace l’avvio del match con il Jokers che hanno risposto colpo su colpo alla Gea. I biancorossi si portano subito avanti 10-5, mentre i fiorentini si portano recuperano fino al 16-18, prima della bomba di Santolamazza e l’undicesimo punto di Perin, che riportano Grosseto sul +3 al primo riposo.

Brutta la seconda frazione dei biancorossi, che mettono a segno appena sette punti e si fanno recuperare dai Jokers, che vanno all’intervallo lungo avanti di 4 punti (32-28). Al rientro dagli spogliatoi la Gea continua a soffrire, pur presentando il quintetto migliore, e arriva ad accumulare un ritardo di sette punti (30-37). I grossetani a questo punto si svegliano e con un parziale di 13-2 riescono a riportarsi sopra nel punteggio, 45-41. La tripla di Marco Tarchi permette al Nufritarto di tornare con il fiato sul collo ai padroni di casa che riescono comunque a chiudere il terzo periodo sul 47-44.

La partita rimane appassionante anche nell’ultima frazione: la Gea scappa a +5, ma Firenze rimane lì e firma il sorpasso con una bomba di Vienni (52-53). Le due triple di capitan Santolamazza fanno fuggire i maremmani sul 60-55. Vienni riapre ancora il match (60-58), ma lo straordinario canestro oltre i 6,25 firmato da Edo Furi mette il sigillo su una vittoria grossetana sofferta ma meritata.