Cinigiano (Grosseto), 29 aprile 2018 - In Maremma sul traguardo di Cinigiano al termine di una prima tappa che ha messo in difficoltà già diversi atleti, è stato il campione nazionale marocchino Zahiri Abderrahim ad imporsi grazie a un perfetto colpo di mano nel finale. Per il brillante vincitore che corre nella formazione della Trevigiani Phonix Hemus 1896 si tratta del terzo successo stagionale.

E’ iniziata in maniera scoppiettante questa seconda edizione di “Toscana Terra di Ciclismo-Eroica” riservata agli under 23 con 140 corridori al via di 24 squadre. Da Paganico e Cinigiano una frazione senza un attimo di respiro, con due tratti di strada sterrata (tantissime le forature) dopo essere transitati dal traguardo di Cinigiano e con diversi atleti in difficoltà. Già al decimo chilometro il primo allungo di giornata, con Scaroni vincitore del primo gran premio della montagna e quindi una serie impressionante di scatti e controscatti che ha visto protagonisti 18 corridori al Km 30, quindi in 10 dopo il settantesimo chilometro, poi attorno al centesimo chilometro nuova fuga con 24 corridori con un minuto sul primo gruppo e già diversi corridori in ritardo anche consistente.

A 30 Km dal traguardo provavano Garavaglia e Morandi ma senza successo quindi erano in sette a promuovere l’ennesima fuga, sui quali rientravano in tre. Era la fuga decisiva con l’allungo poderoso del campione marocchino che andava così a centrare il successo indossando la maglia di leader della classifica, sponsor la Regione Toscana, mentre vanamente avevano provato a seguire lo scatenato marocchino, Pugi e Garavaglia, autori di una prestazione ottima.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Zahiri Abderrahim (Trevigiani Phonix Hemus) Km 146,3, in 3h38’43”, media Km 40,470; 2)Giacomo Garavaglia (Petroli Firenze Hopplà Maserati) a 5”; 3)Gianni Pugi (Malmantile Gaini)s.t.; 4)Michel Piccot (Biesse Carrera Gavardo) a 17”; 5)Andrea Bagioli (Team Colpack) a 26”.

Domenica giornata di riposo per gli under 23 in attesa lunedì 30 aprile della 2^ tappa la più impegnativa lunga 156 chilometri in provincia di Siena con partenza da Radicofani (ore 12) ed arrivo sulla vetta del Monte Amiata nei pressi del rifugio a quota 1687 metri. Una domenica in cui ci sarà spazio per i cicloamatori che saranno protagonisti a Buonconvento di Nova Eroica, evento storico dedicato alle bici moderne, gravel e ciclocross. Due i percorsi a disposizione, uno di 89 chilometri con tre tratti cronometrati e uno di 145 Km con cinque tratti cronometrati. I 150 concorrenti con i tempi migliori saranno ammessi al via di una corsa in linea di 36 chilometri. Infine per chi intende pedalare di meno ed in completa libertà, ci saranno altri due percorsi di 46 e 27 chilometri. Come dire andare in bici per tutti i gusti.