Capalbio (Grosseto), 16 agosto 2018 - Walter Veltroni per il suo libro 'Quandò (ed. Rizzoli), Marco Damilano per 'Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italià (ed. Feltrinelli), Giovanni Allevi con 'L'equilibrio della lucertolà (ed. Solferino), e Giuliano Amato: sono alcuni dei vincitori della settima edizione del premio internazionale Capalbio Piazza Magenta. La cerimonia di consegna si svolgerà a Capalbio (Grosseto) e si articolerà in due serate il 24 e 25 agosto.

Tra i vincitori anche Federica Angeli con 'A mano disarmatà (ed. Baldini&Castoldi), Giovanni Maria Flick per 'Elogio della Costituzionè (ed. Paoline), Roberto D'Agostino per il magazine 'Dago in the Sky', Lia Migale con 'L'innumerevole unò (ed. Iacobelli). Il premio per l'economia andrà al vicedirettore del Corriere della Sera Federico Fubini con 'La maestra e la camorrista. Perché in Italia resti quel che nasci' (ed. Mondadori). Premio speciale a Gianluca Falanga autore di 'Storia di un diplomatico - Luca Pietromarchi al Regio Ministero degli Affari Esteri (1923-1945)' (ed. Viella).

«Il Premio Capalbio è ormai una solida realtà che è riuscita a ritagliarsi uno spazio importante nel panorama culturale italiano - sottolinea in una nota il sindaco di Capalbio Luigi Bellumori -, e spero che continui a regalare emozioni e a diffondere il sapere e la libertà di pensiero anche negli anni a venire».